• Reggina: la forza degli outsider

    La Reggina 2022-2023 è una buona squadra. Nessuno sa può arrivare, considerato che questo è un campionato dove ci sono almeno quindici squadre ad alto potenziale. Di queste tre, a livello di rosa, sembrano avere qualcosa più delle alte. Tuttavia, la B è nota anche per la capacità di ribaltare i pronostici.

    Molto, nell’ambito di una stagione, lo fanno i protagonisti inattesi nell’ambito di una squadra. Si ricorderà, ad esempio, come la Cremonese abbia vinto lo scorso campionato grazie all’esplosione dei tanti giovani validi che aveva in rosa. E c’è il ragionevole presupposto che anche in questa stagione potrebbe avere la meglio chi troverà il maggior numero di “sorprese” tra i calciatori della propria rosa.

    La Reggina, ad esempio, contro il Sudtirol ha trovato i gol di Fabbian, Pierozzi e Lombardi.  Un 2003, un 2001 e un 2000. Tutti under, elementi il cui rendimento potrebbe rappresentare una spinta in più nell’ambito di quello che sarà il risultato finale.

    Si attendono, però, ad esempio  ancora le giocate di Gori e Agostinelli, ad esempio. Toccherà ai giovani amaranto farsi valere e non montarsi la testa quando le cose andranno bene. Ad Inzaghi, come sta facendo, quello di valorizzarli.