• Home / Sport / Reggina / Reggina: la prima novità dell’era Saladini

    Reggina: la prima novità dell’era Saladini

    Il sole splendeva sul Sant’Agata su un venerdì 17 che non ha certo portato male al futuro della Reggina. Felice Saladini si è preso il club e sta già iniziando a programmare il futuro.

    Non ha parlato molto, ha rinviato la discussione su questioni strategiche ad una nuova conferenza stampa, ma ha già detto cose significative.

    La prima è che la Reggina sarà dotata di un Consiglio di Amministrazione. Questo segna la prima netta linea di discontinuità con il passato, dove il club ha dovuto fare i conti con problemi, tra gli altri, derivanti da non avere alternative alla figura del proprietario a livello gestionale.

    La volontà è gestire la Reggina con gli stessi principi dei grandi club con un direttorio composto da esperti di gestione finanziaria e gestione sportiva.

    Per dare l’idea che non si tratti di frasi campate in aria c’è un particolare che a molti potrebbe essere sfuggito. Saladini era a Reggio, mentre qualcuno al suo posto firmava l’acquisizione della Reggina per un affare che vale milioni di euro. Segno che figure come l’amministratore delegato o simili sono cruciali nelle sue attività.