• Home / Sport / Reggina / Reggina, Criscitiello su Aglietti: “Il panettone è arrivato a casa mia, tifosi? Colpevoli anche loro”

    Reggina, Criscitiello su Aglietti: “Il panettone è arrivato a casa mia, tifosi? Colpevoli anche loro”

    “Volevo informarvi che a casa mi è appena stato consegnato un panettone”.   Inizia così la chiosa ironica di Michele Criscitiello nell’editoriale su Tuttomercatoweb.com – su quello che pare essere il futuro di Mimmo Toscano alla Reggina

    “Era quello che doveva mangiare Aglietti a Reggio Calabria. Lo mangerò io al posto suo. Vasco cantava “E’ colpa di Alfredo”. Si, Vasco la colpa è proprio sua.L’8 giugno, in diretta televisiva, lo dissi a Taibi. Con Aglietti non vai da nessuna parte. Lui le squadre non le crea, le affossa. Gestione spogliatoio pessima e tatticamente scarso. Gli ha fatto due anni di contratto. Sono amico di Taibi e lo avevo messo in guardia. Mi disse “Ti sbagli e mi darai ragione”. Taac. Neanche a Natale è arrivato. Mentre scrivo non so se è stato esonerato perché è appena finita la disfatta di Alfredone. 0-4 in casa con l’Alessandria. Ha una squadra per i primi 5 posti, con lui è da 14esimo posto. Il problema è che ora diventa complicato prendere in mano questo gruppo dopo i disastri di Aglietti. Tornerà Toscano? Forse. E’ ancora a libro paga ma sarebbe un problema perché per risollevarli ci vuole tanto lavoro e una mezza rivoluzione a gennaio. Dopo Chiavari, Novara, Chievo ed Ascoli ecco Reggio Calabria. I tifosi, colpevoli anche loro, lo avevano accolto come un grande Mister solo per rispetto del suo passato da bomber. Una cosa è fare il calciatore, un’altra l’allenatore. Ma Aglietti è rimasto al ’95 quando faceva coppia con Pasino. La panchina è un’altra storia…”.

    Il giornalista già in estate aveva avuto modo di far notare la sua non altissima considerazione del tecnico amaranto.