• Home / Sport / Reggina / Reggina orfana di Crisetig con il Cittadella: la soluzione logica, quella romantica e una sorpresa

    Reggina orfana di Crisetig con il Cittadella: la soluzione logica, quella romantica e una sorpresa

    Un altro giocatore come Crisetig la Reggina non lo ha.  Inutile girarci attorno, anche perché non è così facile neanche reperirlo nell’intera Serie B.  L’assenza del centrocampista con il Cittadella apre a prospettive in cui Alfredo Aglietti dovrà individuare alternative a soluzioni di gioco che, in molte circostanze, prevedono le aperture del calciatore a distanze di trenta-quaranta metri.

    La soluzione a sorpresa sarebbe l’inserimento nell’undici titolare di Gavioli.  Il ragazzo cresciuto nell’Inter, reduce dall’esperienza alla Feralpi Salò e di proprietà de club amaranto fino ad ora non ha mai visto il campo.  Aglietti che non è certo uno a cui manca il coraggio nel lanciare i giovani non lo ha mai schierato.  Possibile che non lo abbia ancora ritenuto pronto e non è facile che possa ritenerlo preparato ad una gara da titolare.

    La soluzione romantica nasce proprio da una frase di Aglietti. Parlando di Cortinovis aveva aperto alla possibilità che l’evoluzione della sua carriera possa portarlo ad arretrare il proprio raggio d’azione. Da trequartista a regista, come accaduto ad un altro passato da Reggio Calabria: Andrea Pirlo.  L’allenatore parlava di evoluzione graduale e  forse non è passato abbastanza tempo per ipotizzare che contro il Cittadella il talento dell’Atalanta diventi il direttore dell’orchestra amaranto.

    Poi c’è la soluzione più logica con la coppia di mediani formata da Bianchi ed Hetemaj.  Il secondo ha anche qualità nello smistare il gioco, pur non avendo la stessa qualità d Crisetig.  Aglietti potrebbe, però, optare per una seconda punta alla Menez o alla Cortinovis che abbia capacità di andare a prendersi il pallone tra le linee e distribuire il gioco, divenendo un’altra fonte di gioco nell’economia della partita evitando di delegare le verticalizzazioni a centrocampisti che le hanno nelle corde molto meno dello squalificato centrocampista.