• Home / Sport / Reggina / Reggina-Spal: Menez si candida ad una maglia da titolare, riflessioni in corso

    Reggina-Spal: Menez si candida ad una maglia da titolare, riflessioni in corso

    Reggina-Spal per Jeremy Menez non è una partita come tutte le altre. Non perché abbia particolari motivazioni contro gli emiliani, ma semplicemente perché nella stagione scorsa rappresentò una sorta di spartiacque.

    Quell’espulsione per una parola di troppo detta ad un guardalinee fu una sorta di inizio dei guai per il francese e per la squadra allora allenata da Mimmo Toscano.

    Un episodio che il francese vuole cancellare, magari con una grande prestazioni, ma la sua voglia non è detto corrisponda ad un inizio dal primo minuto.

    La Spal, come la Ternana, gioca con il 4-2-3-1.  In quel caso Aglietti decise di schierare Houdini per la sua capacità di prendere palla tra la linee ed allagare il gioco, caratteristica che poteva rappresentare un metodo per scardinare la squadra di Lucarelli brava a stare corta attorno al pallone, ma potenzialmente vulnerabile con i cambi di gioco.

    La Spal rispetto alla Ternana ha un’età media più bassa e potrebbe avere maggiori risorse sotto il profilo fisico e qualora il match dovesse mettersi sul piano dell’intensità Menez non avrebbe forse le caratteristiche giuste per contrapporre le stesse armi.  Ammesso, e assolutamente non concesso, che Aglietti voglia pensare di metterla sugli stesi binari degli avversari.

    Di certo c’è che Menez nelle prossime tre partite ravvicinate è un candidato autorevole a giocarne qualcuna da titolare.  Il suo nome fa sempre notizia, si sa, e si aspettano altre giocate come il gol segnato contro i rossoverdi, magari evitando rossi ingenui.