• Home / SOCIAL / Online il nuovo video “Io confesso” del Kantiere Kairòs. E dal 18 settembre riprendono i concerti

    Online il nuovo video “Io confesso” del Kantiere Kairòs. E dal 18 settembre riprendono i concerti

    Da oggi, 12 settembre alle ore 12, è online “Io confesso”, video dell’omonimo brano della band Kantiere Kairòs, tratto dal primo disco “Il soffio”. «La scelta del pezzo segue la nostra primaria consapevolezza che le canzoni del primo, del secondo (“Il seme”) e dell’album in arrivo siano una dimensione unica dello stesso cammino. E, consapevoli che siamo dei perfetti cristiani dalle puntuali ricadute, torniamo al concetto base di Kantiere: costanza, fedeltà, amore», spiega il gruppo cosentino, che ha autoprodotto il video, curandone riprese, montaggio e regia.

    Filo rosso del racconto per immagini è lo smartphone, «un oggetto che ha letteralmente rivoluzionato le nostre esistenze. Può essere utilizzato in mille modi differenti, nel bene e nel male. In qualche modo è il protagonista del nostro video, perché abbiamo pensato che potrebbe essere anche una finestra per aprirci… davvero». L’idea del glitch (disturbo), invece, richiama «il “tormento” e la libertà che può dare una confessione: nel combattimento spirituale a volte il “segnale” manca per la chiusura del cuore, quindi s’interrompe la trasmissione dei dati. La libertà è quel senso di leggerezza che torna appena si risintonizza il segnale, cioè il rapporto con Dio».

    L’uscita del nuovo video inaugura anche la nuova stagione di concerti della rock band di musica cristiana, che da tempo non si esibisce dal vivo a causa della pandemia. La prima data sarà sabato 18 settembre a Santo Stefano di Rogliano (Cosenza), in occasione della festa patronale di Santa Liberata: appuntamento davanti al Santuario alle ore 21. Tre giorni dopo, martedì 21 settembre, il Kantiere Kairòs sarà in Via Nazionale a Vadue di Carolei, sempre in provincia di Cosenza, per la Festa del ringraziamento dei raccolti organizzata dalla cooperativa sociale ArcadiNoè onlus con i suoi membri e ospiti (migranti, profughi, persone con disabilità). Alle ore 17 sono in programma la visita alla Fattoria didattica e le attività per i bambini; alle 19 il concerto, a cui seguirà una di degustazione di prodotti e piatti biologici.

    Mercoledì 22 settembre nuova data nella chiesa di San Francesco di Paola a Sant’Agata di Esaro (Cosenza): alle ore 21 concerto-preghiera in preparazione all’ordinazione di Danilo Branda, missionario degli Oblati Maria Immacolata, in programma il 25 settembre alle 17. «Il Kantiere è anche questo: arrotolarsi le maniche per sporcarci di cemento musicale per continuare a fare le cose in cui crediamo – commenta la band –. Dio è grande e ci ama con tutte le nostre miserie, le nostre paure e preoccupazioni. E soprattutto che crede in noi, perché conosce lo scopo per il quale ci ha messo insieme (da sempre): forse per mostrare al mondo che la Sua Maestosità si serve proprio degli ultimi, dei più improbabili, dei più deboli e normali, perché dove ci fermiamo noi, crea Lui».

    Link al video: https://youtu.be/lH5vwkSSBsA

    Il testo del brano “Io confesso”

    Mi piacerebbe chiedere scusa a ogni persona da me offesa,

    a chi ho mentito con leggerezza, a chi ho tradito per mia difesa

    Mi piacerebbe che avesse mani la mia coscienza per prendermi a pugni

    quando le scuse sanno plagiarmi, ingannando gli sforzi richiesti

    Mi piacerebbe il perdono di chi è rimasto da me deluso

    per un aiuto che non ho dato, offrendo in cambio un cuore avaro

    Mi piacerebbe cancellare le parole dette senza pensare

    che a loro volta hanno aumentato il male di un mondo già malato

    Mi piacerebbe fare una festa con chi ha aspettato a lungo la mia amicizia

    che per mia colpa, mia grandissima colpa, non c’è mai stata, quindi negata

    Mi piacerebbe regalare abbracci a sconosciuti dagli occhi tristi

    e perdonare i miei nemici con un sorriso a 32 denti

    Mi piacerebbe fosse normale dire ad ognuno: “Ti voglio bene”,

    senza imbarazzo, senza sospetto, magari incominciando qui adesso

    Mi piacerebbe riavere indietro il tempo perso dietro al successo

    e regalarlo a chi ne ha poco, a chi saprebbe valorizzarlo

    Io confesso di aver sbagliato, io confesso: è colpa mia

    Io confesso di aver sbagliato, io confesso: è colpa mia

    Io confesso a voi ed al cielo, io confesso: scusami Dio

    Mi piacerebbe che voi sapeste che ho fatto un sacco di brutte cose

    e tutte le volte, tutte le volte, sentivo il Padre chiamarmi per nome

    Diceva: “Vieni non ti preoccupare che nonostante tutto ti voglio salvare

    Ma per guarirti e rimediare devi fidarti di me

    e lasciarti amare! Lasciati amare da me”

    Io confesso di aver sbagliato, io confesso: è colpa mia

    Io confesso di aver sbagliato, io confesso: è colpa mia

    Io confesso a voi ed al cielo, io confesso: perdonami, perdonami Padre