• Home / SEZIONI / Spettacoli - Appuntamenti / Luca Pitteri: successo al “Cilea”

    Luca Pitteri: successo al “Cilea”

    lucapitteri.jpg
    di Grazia Candido –
    L’intensità del gospel ancora una volta, protagonista al teatro “Cilea”.
    Dopo il grande successo registrato con l’indimenticabile esibizione della cantante Cheryl Porter, per

    il quarto appuntamento inserito nel cartellone “Dialoghi Musicali in Teatro”, ideati dal consulente alla cultura del comune di Reggio Calabria, Marcello Veneziani, la città è stata omaggiata con una prima assoluta, un nuovo rendez – vous all’insegna delle note con il maestro Luca Pitteri e la Vge Vocal Project.

    L’artista e il suo ensamble di musicisti e coristi (in tutto ventiquattro elementi), hanno conquistato ieri sera la platea reggina, immersa in un travolgente viaggio ai confini della cosiddetta cultura “black” con affascinanti contaminazioni musicali moderne.

    “Questi dialoghi melodici – afferma il consulente Veneziani – sono incontri coinvolgenti per la comunità che, insieme agli artisti, parla di musica, si confronta con loro senza fermarsi al semplice ascolto. In più, permettono di avvicinarci alle varie forme dell’arte rendendo in particolar modo, protagonisti i nostri giovani che questa sera, potranno vivere la “musica dell’anima”, la fusione delle sonorità del blues e del gospel con i modi della canzone pop. ”.

    Per la prima volta a Reggio Calabria, l’ex insegnante di “Amici”, il noto talent show di Maria De Filippi in onda su Canale 5, ha diretto la sua band accompagnandola anche al pianoforte per spaziare tra i vari generi musicali, da brani classici al pop, da quelli jazz al funky.

    Il viaggio sonoro inizia tra gli inni spirituali e un mix tra le melodie e l’armonia della musica popolare, in cui riecheggia nel gospel bianco la voce di basso tra le altre parti. I testi parlano soprattutto di salvezza e conversione ma anche di amicizia e speranza con la canzone “Fly a way”, “I have a friend a God” e “Young, Gifted and Black” di Aretha Franklin per gli amanti sia del genere pop sia del rhythm and blues.

    “Queste canzoni ci fanno riflettere sulla nostra caotica esistenza – aggiunge Pitteri – ma dobbiamo vivere senza farci prendere dalla freneticità del quotidiano. Fate quello che sentite, non vendete l’anima al diavolo per il successo e vivete intensamente i sentimenti rispettando i valori dell’uguaglianza, la tolleranza, la libertà. Non fatevi prendere dal pessimismo perché nelle difficoltà si cresce e ci si migliora. Questo è il messaggio che lancio sempre ai giovani”.

    Tutti gli appuntamenti della due giorni di Pitteri in riva allo Stretto sono stati organizzati anche con la fattiva collaborazione di Franco Dattola, direttore dell’Accademia Musicale di Canto moderno di Reggio Calabria, nonché profondo cultore della musica moderna, docente di canto ed esperto dell’arte dello spettacolo da sempre impegnato nella personale ricerca della “Tecnica Perfetta” e dei migliori metodi per riuscire a trasmettere la conoscenza.

    Ma il viaggio nella musica non finisce qui. Lo stesso Pitteri, questa mattina alle ore 11 e 30, sempre al teatro “Francesco Cilea”, terrà un incontro – stage con i giovani insieme a Marcello Veneziani ed al consigliere comunale delegato al settore cultura Antonino Nicolò per “dar vita ad un altro momento di confronto sulle tematiche legate alla musica”.