• Home / SEZIONI / Spettacoli - Appuntamenti / “Di quelle vaghe ombre. Prime indagini sulla ribellione di Antigone”

    “Di quelle vaghe ombre. Prime indagini sulla ribellione di Antigone”

     Il Teatro dei Ruderi di Cirella, a Diamante (Cs), ospitera’ lo spettacolo “Di quelle vaghe ombre. Prime indagini sulla ribellione di Antigone” della compagnia Motus, diretto da Enrico Casagrande e Daniela Nicolo’. L’appuntamento, previsto per il 13 agosto, rientra nel “Magna Græcia Teatro Festival”, la rassegna teatrale itinerante promossa dalla regione Calabria e diretta da Giancarlo Cauteruccio. Nello spazio scenico, Nicoletta Fabbri e Vladimir Aleksic, insieme a dieci allievi-attori del workshop realizzato dalla compagnia riminese a Roccelletta di Borgia (CZ), recitano i testi curati dalla Nicolo’. Le luci e i video sono della Nicolo’ e di Enrico Casagrande, con le musiche dal vivo e le macchine sonore di Giancarlo Bianchini e Mathilde N. Poireir. Per questo primo studio su Antigone, centrato sul tema della ribellione, la formazione teatrale si e’ affidata al romanzo di Grete Weil, “Mia sorella Antigone”. Sulla scia del terzo movimento del progetto “X (ics), Racconti crudeli della giovinezza”, Motus prosegue, in altra forma e altre dinamiche, l’indagine sui “conflitti fra le generazioni, l’amore tra coetanei e fratelli, i tentativi di civile insurrezione”, che da anni ne caratterizza la poetica. “Ancora una volta -si legge nelle note allo spettacolo- per guardare avanti ci volgiamo indietro, lontano come non siamo mai stati per imparare, dalle arcaiche parole di Sofocle, a disobbedire, per re-imparare a dire no. Proseguiamo ostinati, condividendo queste dolorose meditazioni con un gruppo di giovani incontrati sul luogo, in Calabria, ancora nel lungo percorso attorno alla lettera ics, che nega e segnala, che si fa a questo punto incrocio/crossing di vecchio e nuovo, memoria e presente, soprattutto rifiuto verso un qui e ora che comincia a puzzare di morto”. (Adnkronos)