• Home / RUBRICHE / Storie / Il Codacons dice no ad ipoteche per mancato versamento tributi

    Il Codacons dice no ad ipoteche per mancato versamento tributi

    tributiL' Etr, societa' concessionaria della riscossione dei tributi in Calabria, dovra' astenersi dal procedere all' iscrizione di ipoteche per l' omesso pagamento di cartelle esattoriali. E' quanto si afferma in un comunicato del Codacons nel quale si da' notizia dell' accoglimento, da parte dell' autorita' giudiziaria, delle tesi sostenute in proposito dall' associazione di difesa dei consumatori.
       ''Nella nostra regione assistiamo – sostiene Francesco Di Lieto vicepresidente nazionale del Codacons – ad uno squallido tentativo di


    aggirare i provvedimenti dell' autorita' giudiziaria, che hanno, a piu' riprese, sancito l' illegittimita' dei 'fermi amministrativi', che pone i cittadini calabresi dinnanzi al rischio concreto di ritrovarsi una ipoteca sulla propria casa senza neppure saperlo''.
       Per Di Lieto ''l' associazione aveva paventato la possibilita' di quello che veniva ritenuto un ulteriore possibile abuso. Nel tentativo di aggirare le pronunce dei giudici e, conseguentemente, le disposizioni dell' Agenzia delle Entrate, il concessionario in luogo delle cosiddette 'ganasce fiscali' ora provvede ad iscrivere ipoteca sui beni immobili dei
    contribuenti''.
       ''Succede, cosi' – conclude Di Lieto – che i cittadini possono ritrovarsi, molto spesso senza saperlo, ad avere una ipoteca sulla casa, magari solo per pochissimi euro.
    Apparentemente unico presupposto per iscrivere ipoteca presso le Conservatorie immobiliari sarebbe il mancato pagamento anche di una sola cartella esattoriale, una volta che siano decorsi almeno sessanta giorni dalla sua notifica''. (ANSA).