• Home / RUBRICHE / Fuorireggio / Protocollo d’intesa tra Comune e Camera di Commercio: la soddisfazione di Sidari e Dattola

    Protocollo d’intesa tra Comune e Camera di Commercio: la soddisfazione di Sidari e Dattola

    di Grazia Candido – Sulla scia di un percorso intrapreso alcuni anni fa, il Comune di Reggio Calabria insieme alla Camera di Commercio Industria Artigianato

     e Agricoltura di Reggio Calabria hanno concluso un protocollo d’intesa atto a valorizzare le ricchezze locali attraverso una serie di percorsi che hanno promosso lo sviluppo socio economico del territorio. I due enti reggini, condividendo l’esigenza di rendere organici e continui i rapporti già positivamente ma occasionalmente intercorsi, hanno realizzato una proficua sinergia interistituzionale permanente tra enti che hanno precise competenze per la crescita e l’incremento turistico. Insieme all’assessore al Turismo e allo Spettacolo del Comune di Reggio Calabria, Dottor Enzo Sidari tiriamo le somme sulle attività svolte all’interno del Protocollo d’Intesa.

    “Uno degli obiettivi programmatici dell’Amministrazione Scopelliti è il riposizionamento strategico dell’immagine della città, e grazie alla collaborazione tra gli enti, siamo riusciti a creare interessanti azioni di promozione e comunicazione istituzionale. Lavorare insieme realizzando progetti vantaggiosi per il nostro territorio, ci permette anche di varcare scenari non solo nazionali ma internazionali e di confrontarci con le grandi imprese produttive e i sistemi organizzati europei. Il Comune di Reggio Calabria, da alcuni anni, attraverso progetti mirati, valorizza il patrimonio storico, culturale, paesaggistico e sociale del nostro territorio cosa che è avvenuta con questo protocollo d’intesa”.

    Il Comune infatti, proponendo Reggio Calabria come meta turistica e culturale ha progettato e realizzato strumenti e modalità operative finalizzate al conseguimento di “creare una rete amministrativa di interscambio telematico tra soggetti pubblici e privati, funzionale alla decertificazione con i cittadini e le imprese, all’accesso dei servizi da parte delle aziende e alla promozione del territorio compresa una rete permanente per lo sviluppo locale”.

    “Il protocollo d’intesa prevedeva una serie di iniziative per valorizzare i prodotti agroalimentari, l’artigianato artistico e tradizionale, tutte ricchezze mostrate durante le varie manifestazioni – afferma l’assessore comunale Sidari – Ricordo con molto piacere l’evento “La Dolce Vita” svoltasi a Londra con la Camera di commercio inglese, il Salone del Gourmet di Madrid e l’Aula madrilena dedicata all’orientamento degli studenti all’interno del progetto Passaporto per l’Europa, e ancora la Borsa Internazionale a Malta, il Villaggio Casa Italia Atletica in occasione dei Campionati mondiali di atletica leggera dove hanno partecipato le eccellenze italiane della Fidal (Cia – Casa Italia atletica). Lo staff della Cia in collaborazione con l’Enit che ha promosso le realtà turistiche italiane, ha anche programmato una Maratona del gusto e delle bellezze d’Italia alla quale ha partecipato la nostra città esponendo a Francoforte, Monaco, Vienna e Amburgo i propri stand di prodotti tipici e di promozione. Tutte queste iniziative, oltre a porre l’attenzione sull’offerta enogastronomica, espressione d’eccellenza universale riconosciuta del Made in Italy, hanno coinvolto un pubblico eterogeneo  e vari enti locali”.

    Dopo il successo registrato, sia il Comune che la Camera di Commercio hanno l’intenzione di “rinnovare l’intesa progettuale per il 2010 ricercando nuovi eventi e manifestazioni che consentano alle tradizioni reggine e alla città dello Stretto di porsi nel panorama europeo con i suoi inestimabili prodotti quali l’olio, i vini, i dolci e l’oro verde, il bergamotto”.

    “Dopo anni bui caratterizzati da eventi di cronaca nera che hanno segnato Reggio Calabria, possiamo vantarci oggi di aver acquisito una nuova immagine – conclude l’assessore Sidari – Una dimostrazione sono le numerose presenze turistiche registrate negli ultimi tempi anche se abbiamo avvertito il forte impatto di una crisi economica che ha coinvolto tutto il territorio nazionale. L’amministrazione Scopelliti, nonostante l’incapacità della società Sogas di gestire il nostro aeroporto, la carenza di infrastrutture e di adeguati collegamenti viari, può vantare il merito di aver raggiunto lo scorsa estate, 7 mila presenze di madrileni grazie alla sinergia che il Comune ha instaurato con la compagnia aerea Air Malta”.

     

     

    La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Reggio Calabria dalla sua istituzione, ha puntato tutte le attività, allo sviluppo delle imprese locali tutelando i loro interessi e garantendo opportunità di affari, confronti e scambi con le altre realtà nazionali e non. Su questo ampio lavoro, spicca la mission principale dell’ente reggino che, con il suo presidente Lucio Dattola, crea progetti e protocolli d’intesa atti a favorire la promozione economica, lo sviluppo delle imprese e delle economie locali attraverso una sintesi che concilia le esigenze di tutti i settori, rappresentati nei propri organi (Consiglio Camerale e Giunta).

    Da qui, la brillante intuizione di aderire al Protocollo d’intesa con il Comune di Reggio Calabria per concorrere alla programmazione integrata dello sviluppo territoriale.

    “Da alcuni anni, l’ente camerale ha avviato in modo virtuoso, strette e proficue collaborazioni con gli enti pubblici e privati e in piena sintonia, nel rispetto delle proprie caratteristiche e specificità, siamo riusciti a creare piani di lavoro che hanno messo in risalto le peculiarità della nostra regione e i nostri prodotti. Da una di queste unioni – afferma il presidente Dattola – è nato il protocollo d’intesa con il Comune che si inserisce in quell’ampio quadro di programmazione che punta a consolidare l’immagine e la posizione di Reggio come città e meta turistica. Per troppo tempo, abbiamo sopportato e pagato a caro prezzo, un’etichetta negativa che associava la nostra terra ad eventi luttuosi di mafia, ma oggi possiamo dire che Reggio Calabria e la sua gente si è riconquistata il rispetto, la fiducia e la dignità di un popolo che sa e vuole lavorare e produrre onestamente”.

    E sono stati proprio i prodotti locali e il lavoro minuzioso delle aziende produttrici a siglare il successo anche all’estero di una terra del Mezzogiorno che, non con poche difficoltà, ha fatto conoscere le sue ricchezze ma si è messa anche in gioco costruendo momenti di cooperazione con realtà produttive molto più avanzate ritagliandosi un posto d’eccellenza tra i mercati esteri.

    “Rispetto agli altri paesi europei – aggiunge il numero uno della Camera di Commercio reggina – abbiamo pochi prodotti di punta da esibire sul mercato estero, ma quelli presenti sul territorio come l’olio, i vini, i dolciumi, il bergamotto sono prodotti unici, di assoluta qualità, e proprio grazie a questi, non temiamo il confronto con i paesi più sviluppati. Le nostre aziende hanno capito che è sempre necessario rinnovarsi, acquisire nuove competenze, partecipare alle competizioni, e ne è una dimostrazione la presenza di giovani forze che incrementano lo sviluppo delle piccole e medie imprese che da alcuni anni, si avvalgono di tecniche innovative. Proprio su queste nuove leve, punteremo per incentivare lo sviluppo della nostra terra e ci serviremo del loro prezioso contributo per creare un nuovo protocollo che metta ancora una volta in mostra Reggio Calabria”.

    E c’è un’altra sfida che la Camera di Commercio vorrebbe vincere, quella di “conquistare anche i mercati dell’Est europeo”.

    “L’impresa è abbastanza ardua – conclude il presidente Dattola – ma sono certo, che con una buona sinergia istituzionale e un costante lavoro fatto di ricerche, scambi e acquisizioni tecniche, Reggio Calabria saprà far capitolare con i suoi prelibati prodotti, anche i paesi che al momento sono lontani da noi solo geograficamente”.