• Home / RUBRICHE / Minima immoralia / Minima immoralia – Il progetto Bimas

    Minima immoralia – Il progetto Bimas

    vitalelogo
    Rompendo con la prassi che vuole Minima Immoralia un tantino “immorale”, ovvero tendenzialmente contrastante con il comune sentire, almeno per

    una volta – questa volta – pubblichiamo cose che non si reputano né piccole né immorali: un appello per un’iniziativa che merita attenzione e interesse.

    Lettera aperta ai reggini sulla destinazione del loro “cinque per mille”: fai rimanere il tuo 5×1000 nella nostra città e sostieni il “Progetto BiMAS” (Biblioteca Mediterranea per l’Area dello Stretto).

    Avvicinandosi l’annuale scadenza fiscale si infittiscono le sollecitazioni a devolvere il “cinque per mille”. Questa richiesta è una delle tante, solo che è un po’ diversa e inusuale.
    L’associazione Nuova Pediatria onlus (iscritta al n. 78 del Registro Provinciale del Volontariato con delibera n. 95 del 20 maggio del 2008 – già al n. 45 del Registro Regionale del Volontariato con delibera di Giunta Regionale n. 4024 del 23 luglio 1998 – già al n. 31 dell’Albo Regionale del Volontariato con delibera di Giunta Regionale n. 1390 del 16 aprile 1992), infatti, non chiede il contributo per sostenere le sue attività più propriamente definibili di volontariato: queste vengono svolte senza attingere a finanziamenti pubblici.

    La richiesta del “cinque per mille” viene fatta per poter portare avanti un innovativo progetto culturale dalle possibili significative e positive ricadute per Reggio Calabria e l’Area dello Stretto.
    Mi spiego. Fin dalla sua nascita, nel 1989, Nuova Pediatria si è occupata anche di editoria, prima nel settore del giornalismo scientifico poi in quello più ampio socio-culturale. Nel 2007, in partnership con la Fondazione Mediterranea, ha dato vita all’Editrice Sperimentale Reggina, Fondazione per la promozione culturale di Reggio Calabria e dell’Area dello Stretto. Oggi, con oltre venti anni di esperienza alle spalle, si vuole dare a questa attività editoriale e culturale un impulso nuovo e diverso.

    Si intende sostenere la creazione della BI.M.A.S. – Biblioteca Mediterranea per l’Area dello Stretto – che nascerà a Villa San Giovanni, in locali concessi dal Comune, da una partnership con gli Enti Locali che vedrà protagonista la Fondazione Mediterranea. La BI.M.A.S. sarà una biblioteca tematica in cui raccogliere e catalogare, in originale o in copia, comunque in formato digitale per una fruizione gratuita e planetaria, quanto prodotto dall’ingegno umano dall’antichità a oggi sull’Area dello Stretto. Il 5×1000 richiesto verrà interamente devoluto a favore dell’istituenda BiMAS.

    Quasi a chiosa di questa richiesta, un’annotazione. Generalmente si devolve il “cinque per mille” verso una struttura a scala nazionale, senza possibilità di concreto controllo su come esso venga impiegato né di incontro con chi possa fornire chiarimenti sul suo utilizzo. Devolvere il “cinque per mille” a Nuova Pediatria Onlus è diverso: si fanno rimanere i soldi in città; si contribuisce alla crescita culturale della comunità cittadina; si sa come verrà spesa la somma; si ha il riferimento di persone conosciute e rintracciabili cui chiedere informazioni. All’uopo è necessario che ci si metta la faccia. Lo scrivente Vincenzo Vitale, presidente dell’associazione Nuova Pediatria, ne ha una sola ed è disposto a spenderla per questa richiesta. Qualsiasi dubbio o richiesta di chiarimenti sull’utilizzo del “cinque per mille” potrà essere fatta: per posta elettronica [nuovapediatria@gmail.com] o direttamente per telefono [info line 338.5462802].

    Nel ringraziare per l’attenzione ricevuta si ricorda che, se si vuole dare il proprio contributo a questa idea di promozione della città di Reggio e dell’Area dello Stretto, in calce al CUD o al 730 o al Modello Unico Persone Fisiche, nello spazio dedicato alle “organizzazioni non lucrative di utilità sociale”, si dovranno riportare i dati fiscali dell’associazione Nuova Pediatria onlus: 01140850809
    Scarica il pdf