• Home / RUBRICHE / di stile E di moda / Rossetto,arma di seduzione

    Rossetto,arma di seduzione

    labbra2.jpgdi Elda Musmeci – Le labbra, si sa, sono una delle zone più sensuali di ogni donna. Il rossetto è un alleato prezioso, con un piccolo tocco di colore il viso appare improvvisamente luminoso, curato e sensuale. E’importante che il rossetto venga applicato esaltando i pregi delle labbra e nascondendone gli eventuali difetti.

     

    Il rossetto a 20 anni – su un viso giovane si può benissimo osare, dai colori audaci che può essere sia opaco che lucido: prima della scelta è importante sapere che il rossetto opaco rimpicciolisce la bocca mentre quello lucido la ingrandisce. E’ meglio non disegnare le labbra di una bocca giovane: i rossetti dai colori chiari possono essere applicati in modo casual senza bisogno di marcare i contorni della bocca.

     

    Le ragazze dalla pelle chiara e i capelli biondi possono azzardare rossetti color prugna o melanzana, i colori arancio e fucsia fanno risaltare il viso delle ragazze dai tipici colori mediterranei. I colori iridescenti dei rossetti sono esaltati dall’illuminazione artificiale quindi vanno bene per la sera, di giorno invece si possono scegliere le nuances pesca-dorati o rosa-argentati.

     

    Il rossetto 30 anni – per avere un aria sensuale e di classe a questa età bisogna puntare su un’applicazione più precisa del rossetto. Prima di tutto stendi sulle labbra un correttore bianco e sfumalo leggermente, segna con la matita gli angoli della bocca per nascondere le prime rughe d’espressione. E’ meglio sempre stendere il rossetto con l’aiuto di un pennello, per renderlo indelebile passa un po’ di cipria trasparente ed infine applica un rossetto lucido. Sei rossa di capelli ma ti piace il rossetto rosso? Scegli le tonalità tendenti al mattone.

     

    Il rossetto a 40 anni – sulla bocca compaiono le prime rughe verticali che vanno prontamente camuffate con un rossetto steso in modo attento. In questo caso i rossetti adatti sono quelli opachi poiché quelli lucidi si insinuano nei solchi evidenziandoli. Per far in modo che il rossetto sia più stabile, prima di stenderlo applica sulle labbra un po’ di fluido tensore che usi per il viso: la bocca risulterà più tonica e levigata. I colori adatti a camuffare le prime rughe sono il mattone, il rosa ed il bronzo. Il rossetto di colore rosso va bene sul viso abbronzato, l’abbronzatura infatti maschera le piccole imperfezioni. Hai la bocca grande? Se applicherai un rossetto con un colore rosso cupo sembrerà più piccola.

     

    Il rossetto a 50 anni – le labbra cominciano a svuotarsi e a sembrare più sottili mentre le rughe si fanno più profonde: in questo caso è necessario aumentare il volume della bocca. Il primo passo da fare è disegnare le labbra con una matita dopo aver steso il correttore per camuffarne la dimensione originaria; successivamente stendi il fondotinta, tamponandolo su tutto il contorno della bocca e ridisegna la bocca con la matita superando di poco la sua linea naturale. Tampona le labbra con un po’ di latte freddo per avere un effetto più tonico e levigato. Scegli rossetti satinati e non in crema poiché tenderebbero a sbavare. Per dare alla bocca un effetto più pieno stendi un po’ di lucido tra il naso ed il labbro superiore.

     

    Lo sai che puoi scoprire la tua personalità o quelle delle donne che ti circondano osservando la punta del rossetto usato? Ecco quali sono le principali caratteristiche in base all’utilizzo del rossetto:

     

    La punta del rossetto sembra quella di un rossetto appena acquistato? Sei una persona fedele, riservata ed amante dell’ umorismo.

     

    La punta del rossetto è tonda? Sei una persona stabile, generosa, garbata e molto intelligente.

     

    La punta del rossetto è piatta, quasi inesistente? Sei una persona tradizionalista, metodica che da molta importanza al proprio aspetto esteriore.

     

    La punta è molto obliqua ed appuntita? Sei una perfezionista, super-ordinata, aggressiva e molto sincera.

    Alcuni consigli per scegliere il rossetto:
    • Chi ha toni caldi e dorati (capelli ramati o castano dorato, pelle ambrata o con le efelidi) sta meglio con i rossi che contengono una punta di marrone o di giallo: corallo, India (un rosso profondo con un tocco di bruno), mattone.
    • Chi, invece, ha colori naturalmente freddi (pelle chiarissima, rosata o olivastra, capelli neri, scurissimi o biondo platino) deve puntare sull’energia incandescente dei rossi contenenti una punta di blu: scarlatto, fucsia, geranio, carminio, lacca.
    • Per chi teme di sbagliare, esiste comunque una tinta universale: il rosso bordeaux (quello dei classici tendaggi del cinema!). Come il prugna per gli occhi, sta bene proprio a tutte.

    Quanto alla consistenza, dipende dal quello che si vuole trasmettere: per essere sofisticate e ultra-femminili, bisogna puntare su un rossetto rosso, coprente e preferibilmente opaco. Il rossetto lucido, leggero e trasparenti trasmette invece un’ immagine più giocosa e più facile, meno soggetta a giudizio. Bisogna poi considerare l’ età: un’ adolescente può usare un lucido rossetto gloss color fragola, un po’ da bambola, mentre una over trenta si orienta più su rossetti coprenti e satinati, molto sofisticati. Ma di fatto non ci sono regole fisse, anche se i super perlati stanno meglio a chi è giovane e ha labbra carnose e senza una ruga. In ogni caso, per chi ama divertirsi con il trucco, basta averne un corredo base di tre rossetti da mescolare a piacere: un rosso trasparente semilucido, uno coprente meglio se opaco, un gloss fiammante.