• Home / Primo piano / Coronavirus, Sileri: ‘Calabria rimasta indietro, Zuccatelli profilo divisivo’

    Coronavirus, Sileri: ‘Calabria rimasta indietro, Zuccatelli profilo divisivo’

    “Ci sono casi in cui le Regioni sono state particolarmente efficaci, come il Veneto e l’Emlia Romagna, Altre partivano da una situazione più difficile e sono rimaste indietro come la Calabria”.

    Tocca al vice ministro ai microfoni de La Stampa  per la Salute Pierpaolo Sileri ricordare, ancora una volta, più che la situazione epidemiologica, la Calabria paga l’inefficienza.

    Il tutto mentre impazza il dibattito sul commissario ad acta dopo la nomina del successore del generale Cotticelli. “Non è peregrino immaginare che Zuccatelli possa decidere di fare un passo indietro e che si individui un’altra figura di alto profilo. Valuto le persone dai risultati e del loro lavoro, ma il suo è apparso come un profilo divisivo e quelle ripetute sortite sulle mascherine possono avere gravi ripercussioni in un momento in cui i messaggi da dare ai cittadini sui comportamenti corretti da assumere devono essere chiari”.

    E sul nome di Gino Strada: “Ha fatto cose straordinarie nella sua vita. Forse un supporto, anche esterno, potrebbe essere utile nella gestione dell’emergenza”.