• Home / Primo piano / Indagati sindaco, vice e assessori del comune di Sorianello

    Indagati sindaco, vice e assessori del comune di Sorianello

    Illeciti nella gestione di alcuni immobili di proprietà del Comune, indagati sindaco, vice e assessori del comune di Sorianello

    I carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno hanno notificato 10 avvisi di conclusione delle indagini ad alcuni amministratori del Comune di Sorianello. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia, riguarda presunti illeciti nella gestione di alcuni immobili di proprietà del Comune adibiti ad alloggi di edilizia residenziale pubblica, oltre a reati commessi da soggetti che non ricoprono la qualifica di pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio, ma comunque per fatti riguardanti gli stessi immobili. Sono indagati per abuso d’ufficio il sindaco ed il vice sindaco di Sorianello, Sergio Cannatelli e Carmine Mangiardi, insieme ad altri assessori, consiglieri ed ex consiglieri: Valeria Battaglia, Barbara Carta, Bruno Ciconte, Pinuccia Cosmano, Iolanda Putrino. Indagato anche il responsabile dell’Ufficio tecnico Comunale Pasquale Scalamogna. Secondo l’accusa avrebbero adottato alcuni provvedimenti in violazione della normativa regionale che disciplina l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, procurando intenzionalmente un ingiusto vantaggio patrimoniale ad alcuni, con relativo danno iniquo per gli aventi diritto. Cannatelli e Mangiardi sono indagati anche per concorso in concussione insieme ai consiglieri Ciconte e Arena. I quattro, secondo l’accusa, in una circostanza, avrebbero abusato della qualifica di pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio per ottenere mille euro in relazione alla liberazione di un altro stabile sempre di proprietà del Comune di Sorianello. Le indagini, portate avanti soprattutto con l’analisi delle delibere e degli atti dell’Amministrazione comunale, sono andate avanti per più di un anno.