• Home / CITTA / Vibo Valentia / Tropea – Carabinieri, un arresto e un pitone reale tenuto senza autorizzazione

    Tropea – Carabinieri, un arresto e un pitone reale tenuto senza autorizzazione

    Nel corso degli ultimi giorni i Carabinieri della Compagnia di Tropea, con la collaborazione del personale della Compagnia di Intervento Operativo del 14° Battaglione Carabinieri “Calabria” e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria di Vibo Valentia hanno attuato un vasto servizio di controllo del territorio nell’ambito delle giurisdizioni dei comuni di Tropea e Nicotera.
    A Nicotera, i militari della locale Stazione Carabinieri, durante un mirato controllo al quartiere “Borgo” rinvenivano, occultato in una fessura di un muro di un casolare abbandonato, un caricatore di pistola completo di 7 sette colpi cal. 7,65; attuate delle perquisizioni nelle abitazioni limitrofe, pur non riuscendo ad attribuire il manufatto trovato, con grande sorpresa degli operanti, nel corso di una di queste perquisizioni, trovavano in casa di una casalinga 35enne del posto, moglie di un pregiudicato per droga attualmente sottoposto all’obbligo di dimora, una teca di legno e vetro in cui vi era un pitone reale adulto di circa 150 cm; lo stesso, considerato animale appartenente a specie protetta o in via di estinzione, veniva sottoposto a sequestro e trasportato dai Carabinieri presso il C.R.A.S. (Centro Recupero Animali Selvatici) di Brancaleone (RC), mentre la donna veniva deferita per quella che era un’illecita detenzione di tale animale.
    Il pitone reale trovato a Nicotera
    Su Tropea, invece, sono stati svolti diversi servizi, sia per quanto concerne la sicurezza stradale negli orari di entrata e di uscita degli istituti scolastici sia di controllo a pregiudicati. Nel corso della giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia e quelli della C.I.O. hanno svolto 3 perquisizioni domiciliari, 4 perquisizioni personali, controllato 43 persone e 28 autoveicoli, elevato diverse contravvenzioni al C.d.S. nonché posto sotto sequestro cautelativo un fucile doppietta cal. 16 in quanto il proprietario non aveva ottemperato al rinnovo, in violazione alle vigenti normative, del relativo certificato medico.
    Il Nucleo Operativo e Radiomobile, invece, sempre su Tropea, nel corso di servizio perlustrativo, traevano in arresto Muscia Gaetano cl. 64, soggetto con a suo carico numerosi pregiudizi penali e di polizia, anche associativi (operazione “Black Money”) in quanto sorpreso accompagnarsi, nelle vicinanze del locale porto, con persona gravata da innumerevoli precedenti penali del medesimo genere, nonché, a richiesta degli operandi, risultava sprovvisto della prevista carta precettiva, violando pertanto la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno cui è sottoposto. il predetto, dopo le relative formalità di rito veniva tradotto presso la propria abitazione di residenza in regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.