• Open Mic Reggino: tanti gli artisti e promotori culturali a sostegno del progetto Malamic

    Domenica 29 Gennaio torna Malamic, il primo open mic reggino organizzato dal Malavenda Cafè giunto ormai al suo sesto appuntamento.

    Tanti gli artisti e i promotori culturali che nei mesi hanno risposto all’inedita chiamate alle arti in un clima di supporto e autentica condivisione.

    Chi sono gli artisti del Malamic? 

    Sono promotori culturali, musicisti, poeti, dj, attori e accademici molti dei quali ormai assidui frequentatori dell’evento come nel caso del chitarrista Francesco Geria spesso sul palco a supporto dei poeti.

    L’ultimo appuntamento ha infatti visto Geria a fianco di Fabio Palumbo (agitatore culturale già noto in città) presente con un reading in anteprima nazionale di poesie estratte dall’intenso “Sigarette sotto la pioggia” (Punto e a Capo 2023) di recente pubblicazione.

    E ancora poesia con l’eleganza delle liriche della poetessa Caterina Azzarà estratte dal suo “Memorie di un tempo sospeso” (Albatros 2021); a seguire il poliedrico artista visuale, musicista professionista con titolo di Maestro Roberto Modafferi qui in veste di poeta supportato ancora dalle chitarre di Geria.

    Torna Francesco Geria questa volta con il suo duo musicale i Red Chords  (Domenico Lione alla voce)  duo spesso presente all’evento insieme alle cantanti Sara Chiovaro e Lavinia Tiziano.

    Un gruppo di artisti che gira insieme dando l’idea di un collettivo di amici e musicisti sempre pronti a mescolarsi sul palco.

     

    E ancora musica con le grandi voci di Angela Puglisi e Andrea Plutino (frontman della band Cortile dei Quinti) ormai di famiglia all’open mic.

    Il Malamic gode inoltre del prezioso supporto di due fra i più attivi organizzatori culturali della città: Alessio Laganà (Alex Perdido) e Antonio Campolo pronti a fortificare il progetto a suon di poesie calabresi con Perdido (noto cultore musicale e raffinato DJ attivo oltre i confini reggini) protagonista di una singolare performance dove la poesia dialettale incontra l’electro-beat in un viaggio fra tradizione e futuro presente.

    <<Sentire il supporto di artisti e agitatori culturali del calibro di Alessio Laganà Antonio Campolo e Fabio Palumbo – spiega Roberta Cartisano musicista e organizzatrice del progetto – è stato come ricevere una benedizione da chi è rimasto al Sud a produrre bellezza. Per me, tornata qui dopo quasi vent’anni di nomadismo musicale, è un grande onore poter contare sulla vicinanza di alcuni fra i più attivi organizzatori culturali della città verso i quali nutro stima oltre a sentimenti di amicizia.>>

    Nuovo appuntamento fissato per Domenica 29 Gennaio dalle h 19:00

    Unici ingredienti: azione e libertà. Tutto in massimo quindici minuti.

    COME PRENOTARSI? Esibirsi è semplice, basta scrivere il proprio nome/ progetto sulla lavagna del Malavenda Cafè. Le esibizioni seguiranno l’ordine di prenotazione. 

    Sito ufficiale Malamic: https://bit.ly/Malamic 

    Prenotazioni h 18:30 

    Inizio spettacolo dalle h 19:00

     

    MALAMIC

    • L’open mic di Malavenda Cafè 
    • hosted by Killing Cartisano 

    Domenica 29 Gennaio dalle h 19:00 

    Prenotazione palco h 18:30 

    info: trustyoursonmusic@gmail.com 

    Malavenda Cafè -Patisserie – Bistrot 

    Via Zecca n°1, 0965/21983 

    Segui l’evento sui Social 

    FB https://bit.ly/malamicfb 

    IGM https://bit.ly/malamic_igm 

    Malavenda Web 

    https://www.malavendacafe.it