• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – La dolcezza di Alex, finalista di “Amici”, strega ragazzine e mamme

    Reggio Calabria – La dolcezza di Alex, finalista di “Amici”, strega ragazzine e mamme

    di Grazia Candido – Il suo sorriso lascia trasparire una raffinata gentilezza e bontà d’animo che si manifesta anche quando salta repentino dal palco per andare incontro ad una giovane fan con le stampelle.

    Alessandro Rina, in arte Alex Wyse, giovane cantautore e musicista comasco finalista dell’edizione 2022 del talent show “Amici”, ieri pomeriggio presso il centro commerciale “Porto Bolaro” di Pellaro, ha presentato l’EP “Non siamo soli”, il suo primo lavoro discografico (pubblicato su etichetta 21co e distribuito da Artist First). E proprio con le note del singolo attualmente in rotazione radiofonica che dà il nome all’EP, Alex abbraccia idealmente tutti i suoi fans che, nonostante il caldo afoso, non hanno voluto perdere l’appuntamento con il loro beniamino.

    “Come state? – urla emozionato -. Grazie per essere venuti, grazie per il vostro affetto, grazie di esserci”.
    Disponibile con tutti, più volte Alex tra un autografo e una foto, addolcisce l’attesa facendo cantare i suoi fans molti dei quali hanno il suo stesso look: fascia per i capelli, anelli e braccialetti ai polsi, maglia nera con su scritto i versi della sua canzone: “Non siamo soli, sogni al cielo, accade senza chiedere permesso, accade tutto tra silenzi”.

    Alex dispensa sorrisi e abbracci virtuali rispettando il protocollo anti Covid che prevede l’utilizzo obbligatorio della mascherina per tutti i fans e il distanziamento minimo dall’artista e non smette mai di ringraziare chi gli consegna un regalo, fa complimenti o semplicemente, gli accenna “sei bellissimo”.

    “Ho accompagnato le mie figlie ad incontrare un ragazzo dolce e sincero, un’artista che con le sue canzoni lancia messaggi positivi e pieni d’amore – afferma la signora Giovanna dopo il firmacopie -. È stato affettuoso e premuroso con tutti e alla mia piccola che piangeva per l’emozione, l’ha rassicurata e fatta ridere. É un signore e questo è solo l’inizio di una lunga e brillante carriera. In questo periodo difficile abbiamo bisogno di questi momenti, impeccabile l’organizzazione del centro commerciale, di queste belle persone, di giovani che lottano per i buoni sentimenti e mettono all’angolo l’odio e la violenza”.