• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Grande successo per Notre Dame de Paris, un viaggio di emozioni senza tempo

    Reggio Calabria – Grande successo per Notre Dame de Paris, un viaggio di emozioni senza tempo

    di Grazia Candido (foto Antonio Sollazzo) – Vent’anni dopo il debutto e il kolossal musicale “Notre Dame de Paris”, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, è sempre uno straordinario successo da vedere e rivedere ancora e ancora.

    E’ andata in scena ieri sera al Palacafiore, la grande opera prodotta da David e Clemente Zard e rappresentata per l’ultima volta in Calabria con il cast originale grazie al promoter Ruggero Pegna che, nel quadro della sua trentaseiesima stagione di grandi eventi e dello storico festival “Fatti di Musica”, ha reso possibile un sogno per tanti calabresi e siciliani rimasti ammaliati dall’allestimento ciclopico e dalla bravura di eccellenti interpreti. Dinamiche tipiche dei rapporti umani, dalla gelosia alla passione, ma anche l’incontro con il “diverso” che fa paura e che viene emarginato, come accade a Quasimodo, o l’attrazione verso ciò che è esteticamente perfetto facendoci sottovalutare la bellezza interiore di ogni essere umano, rendono ancora attuale un racconto scritto quasi due secoli fa, ma rimasto nel tempo sempre affascinante.
    In una Parigi del 1482 invasa da un gruppo di stranieri clandestini, contro cui l’arcidiacono Frollo scatena Febo, capitano delle guardie, si snoda la storia della giovane zingara Esmeralda la cui bellezza colpisce lo stesso Frollo. Nonostante siano passati due decenni dalla sua prima messa in scena, l’opera è un capolavoro che riesce a toccare le corde dei cuori di grandi e bambini spronati, da un linguaggio sempre attuale, avvincente e struggente, a non aver paura e ad abbattere le barriere anche quelle alzate dall’orgoglio.
    Tra i giochi di luce che segnano ogni canzone del maestro Riccardo Cocciante magistralmente eseguite dagli attori Lola Ponce (Esmeralda), Giò Di Tonno (Quasimodo, il deforme campanaro della cattedrale parigina), Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Chopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo), Tania Tuccinardi (Fiordaliso), ospiti speciali anche Marco Guerzoni e Claudia D’Ottavi, il tempo sembra non sia per nulla passato. La perfetta sintonia tra Giò e Lola è visibile già dalle prime battute così come l’unione con tutti gli attori del cast che si muovono tra ballerini e acrobati di altissimo livello.
    Lo spettatore non distoglie nemmeno per un attimo lo sguardo dal palco caratterizzato da una scenografia con un muro di fondale che rappresenta la cattedrale sulla quale si aprono porte e su cui volteggiano in maniera naturale i bravissimi ballerini.
    “Notre Dame de Paris” resta impressa nell’anima e ti dona quella carezza attesa e ricercata dopo una terribile pandemia, dopo la disarmonia di un mondo devastato da una guerra che divide perchè solo l’arte sa unire quello che l’uomo, spesso, frammenta.
    Vale davvero la pena andare a vedere questo magnifico musical (in scena anche stasera e domani ) non solo per ammirare la perfezione scenica, tecnica ed emotiva che riescono a ricreare i bravissimi interpreti ma anche, per tributare una grande macchina organizzativa con una meritatissima standing ovation.