• Home / CITTA / Reggio Calabria / Strada a scorrimento veloce Campo Calabro San Roberto: una vittoria per la Vallata del Catona.

    Strada a scorrimento veloce Campo Calabro San Roberto: una vittoria per la Vallata del Catona.

    Un successo di partecipazione da parte di amministratori e cittadini ha coronato l’incontro pubblico sul completamento della strada a scorrimento veloce “Campo Calabro – San Roberto, dal sogno alla realtà” tenutosi presso il Salone Parrocchiale nel cuore del borgo sanrobertese.

    «Il merito di un’opera pubblica è sempre un qualcosa di collettivo, mai di individuale, ma in questo caso concordiamo unanimi come il primo ricordo ed il primo ringraziamento per questa strada a scorrimento veloce debba andare in memoria del compianto sacerdote Domenico Calarco, il quale con la sua militanza e visione per il bene della collettività ha gettato molti decenni orsono le fondamento di quest’opera – commenta il sindaco Antonino Micari – Parimenti oggi siamo qui riuniti per condividere il raggiungimento di un obiettivo importante e recare un tributo di gratitudine a chi lo ha reso possibile, ossia l’onorevole Francesco Cannizzaro, il quale da figlio di questa terra, da figlio dell’Aspromonte, insomma da montanaro conosce e ben sa le difficoltà della nostra montagna e si è spero da anni affinché questa strada possa finalmente portata a completamento. Egli ha fatto da cinghia di trasmissione tra la vallata ed il Presidente della Regione Roberto Occhiuto, a cui vanno i ringraziamenti di tutti noi per quest’opera pubblica che sarà storica».

    Al tavolo dei relatori la parola è passata da Carmelo Versace, sindaco facente funzioni della Città Metropolitana, a Roberto Vizzari, già sindaco di San Roberto ed oggi consigliere comunale a Reggio Calabria, per poi snocciolarsi negli interventi dei sindaci della vallata Vincenzo Bellé di Fiumara, Michele Spadaro di Laganadi, Domenico Romeo di Calanna, Francesco Malara di Santo Stefano e Sandro Repaci di Campo Calabro, quest’ultimo intervenuto anche come presidente dell’associazione dei Comuni dell’Area dello Stretto. Presenti tra le autorità del pubblico anche il già senatore Renato Meduri, il quale molto si è speso sempre in favore di questa strada e dei territori da essa interessati.

    «Oggi siamo qui perché noi tutti nel tempo ci siamo presi un impegno ed abbiamo cercato caparbiamente di mantenerlo, ossia quello di migliorare la vita dei nostri concittadini attraverso un’opera che porterà benessere e lavoro – spiega il deputato Francesco Cannizzaro – Credo che la Calabria e la provincia di Reggio stiano lavorando bene e che potranno presto riscattarsi ed essere presi come esempio da emulare. Stiamo dimostrando di avere una capacità di attrarre fondi con idee innovative, nonostante le drammatiche ed oggettive carenze dei nostri piccoli e poveri Comuni, i quali, nonostante la mancanza di tecnici e di specialisti, sono riusciti e riescono con uno sforzo degno di elogio a tenere il passo con la progettazione ministeriale ed europea. Il completamento della Campo Calabro San Roberto oggi, e magari il congiungimento domani con Gambarie e l’Aspromonte, sono un risultato concreto e collettivo, conseguito da una rappresentanza territoriale forte, capace di andare oltre al colore politico nelle questioni fondamentali per la cittadinanza. È così che concepisco la politica ed è così proseguiremo, uniti per la Calabria, uniti per l’Aspromonte».

    Il dibattito si è poi concluso con la consegna il trofeo raffigurante San Giorgio al deputato Francesco Cannizzaro, un omaggio questo che l’Amministrazione di San Roberto ha dedicato alla tenacia ed alla costanza del parlamentare nell’individuare fondi e modalità per il completamento di questa arteria stradale strategica non solo per la Vallata del Catona, ma per l’intera Città Metropolitana.