• Home / CITTA / Reggio Calabria / Calabria in Azione: “Sospensione Falcomatà non condivisibile. necessari correttivi sulla legge Severino”

    Calabria in Azione: “Sospensione Falcomatà non condivisibile. necessari correttivi sulla legge Severino”

    “Le sentenze si rispettano, tuttavia crediamo che in  un sistema democratico sia giusto evidenziare come gli effetti normativi di queste decisioni non siano condivisibili.”
    Ci riferiamo  alla sospensione del sindaco Giuseppe Falcomatà , come è accaduto a molti altri amministratori locali arrivata dopo una condanna che non definitiva. L’attuale legge Severino confligge con la presunzione di innocenza prevista dalla nostra costituzione. Tutto questo diventa evidente quando il provvedimento di sospensione viene notificato a seguito di una condanna di primo grado per abuso d’ufficio.  Un reato  vago e generico che non individua una specifica fattispecie o  specifici comportamenti delittuosi e che rischia di bloccare l’azione amministrativa. Come Azione attraverso il nostro rappresentante in parlamento On. Enrico Costa chiediamo da anni un adeguamento della legge Severino ai dettami costituzionali e un’individuazione specifica del singolo comportamento delittuoso che andrebbe a rappresentare la fattispecie del reato di abuso di ufficio.

    Così Francesco Madeo, Coordinatore Regionale di Calabria in Azione.