• Home / In evidenza / Strage vigili del fuoco, anche Quargnento intitola una piazza. E Reggio Calabria attende e spera

    Strage vigili del fuoco, anche Quargnento intitola una piazza. E Reggio Calabria attende e spera

    di Grazia Candido – Se Alessandria non ha voluto dimenticare e ricordare i suoi eroi, i giovani vigili del fuoco morti il 5 Novembre del 2019 nell’esplosione di un cascinale a Quargnento, intitolando la scorsa estate una passeggiata, una rotonda e il campo polivalente ai giovani Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, anche il Comune piemontese dove hanno perso la vita i tre uomini dello Stato, ha deciso di intitolare loro una piazza.

    Un modo per non dimenticare ma anche, mantenere vivo il ricordo di chi ha sacrificato la sua vita svolgendo diligentemente il proprio lavoro.
    Il primo cittadino del Comune di Quargnento Paola Porzio, insieme ai familiari dei tre pompieri e alle istituzioni locali, scoprirà la targa della piazza a loro intitolata giorno 7 Novembre in concomitanza con il secondo anniversario dalla loro prematura scomparsa.
    E Reggio Calabria che fa? Aspetta l’intitolazione di un tratto del Viale Europa dove è allocato il Comando provinciale dei Vigili del fuoco che, forse, un giorno, porterà il nome di Antonino Candido.
    Il tempo scorre velocemente, a volte, riesce a sopire i brutti ricordi ma non è così per i familiari di Nino, Marco e Matteo che non potranno mai dimenticare quella tragedia. In quello scoppio, non sono morti solo tre giovani figli, padri, mariti che avevano ancora tanto da realizzare ma sono state ammazzate le loro famiglie travolte oramai da due anni, dal vortice del dolore e da quel silenzio che dentro l’anima fa tanto rumore.
    I Comuni di Alessandria e Quargnento hanno volutamente scelto di omaggiare Antonino, Matteo e Marco perché la loro violenta morte oltre a segnare un Paese intero, ha lasciato dentro ognuno di noi, una piccola ma preziosa essenza confermando che non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo.
    Questo lo sa bene anche Reggio Calabria la cui Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, lo scorso 5 Novembre, aveva proposto l’intitolazione del primo tratto del Viale Europa al giovane Antonino. Ad oggi, però, dopo la delibera della Giunta Comunale del 20 Agosto 2020, ratificata dalla Commissione Toponomastica il 30 Marzo 2021, non è successo nulla.
    Pertanto, crediamo sia opportuno che l’Amministrazione comunale si renda parte attiva affinchè la Prefettura acceleri l’iter per l’intitolazione presso il competente Ministero degli Interni a cui, sicuramente, siamo certi, il Prefetto Massimo Mariani avrà già trasmesso gli atti necessari.