• Home / CITTA / Reggio Calabria / Al Comune di Villa San Giovanni pronta la lettera al Ministero dell’Economia dopo la sentenza che ha stravolto i bilanci

    Al Comune di Villa San Giovanni pronta la lettera al Ministero dell’Economia dopo la sentenza che ha stravolto i bilanci

    Sul tavolo dell’Assessore Al Bilancio e Tributi è pronta una
    lettera indirizzata al Ministro delle Economie e delle finanze ed al
    Ministro dell’Interno, a seguito della sentenza della Corte
    Costituzionale che ha stravolto i bilanci comunali, rispetto al fondo
    di anticipazione di liquidità.

    Con sentenza n. 80/2021 pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 18 del
    05.05.2021 è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale
    dell’art. 39-ter, commi 2 e 3, del decreto-legge 30 dicembre 2019,
    n. 162 , convertito, con modificazioni, nella legge 28 febbraio 2020,
    n. 8.
    Il predetto articolo, coordinato con la legge di conversione 28
    febbraio 2020, n. 8, disponeva al comma 2 “L’eventuale peggioramento
    del disavanzo di amministrazione al 31 dicembre 2019 rispetto
    all’esercizio precedente, per un importo non superiore all’incremento
    dell’accantonamento al fondo anticipazione di liquidità effettuato
    in sede di rendiconto 2019, è ripianato annualmente, a decorrere
    dall’anno 2020, per un importo pari all’ammontare
    dell’anticipazione rimborsata nel corso dell’esercizio.”

    Nell’anno 2019 e 2020 il Comune il Comune di Villa San Giovanni, in
    sede di bilancio di previsione 2020, ha iscritto la relativa quota di
    spesa per un importo pari alla rata di rimborso del prestito di cui
    all’anticipazione di liquidità; analoga operazione avrebbe dovuto
    essere effettuata anche negli anni successivi, fino all’estinzione del
    maggiore disavanzo derivante dalle anticipazioni di liquidità (FAL).

    La sentenza di maggio ha di fatto determinato una situazione di
    difficoltà per tutti i Comuni che avevano beneficiato delle diverse
    anticipazioni di liquidità, in quanto il ripiano del disavanzo
    derivante dalle stesse per l’esercizio 2020 avrebbe dovuto essere
    assoggettato alla norma del ripiano di cui all’art. 188 del D.lgs
    267/2000;

    L’art 52 del d.l. 73/2021 ha istituito un fondo in favore degli
    Enti Locali che hanno peggiorato il disavanzo di amministrazione al
    31 dicembre 2019 rispetto all’esercizio precedente a seguito della
    costituzione del fondo anticipazioni di liquidità’ ai sensi
    dell’articolo 39-ter, comma 1, del decreto legge 30 dicembre 2019, ed
    ha contestualmente prorogato al 31.07.2021 il termine per
    l’approvazione del rendiconto 2020 e del bilancio di previsione
    2021/2023;

    In sede di legge di conversione n. 106 pubblicata in G.U. del
    24.07.2021 è stato stabilito che il fondo in questione sarebbe stato
    erogato agli Enti per i quali il maggiore disavanzo determinato
    dall’incremento del fondo anticipazione di liquidità è
    superiore al 10 per cento delle entrate correnti accertate,
    risultante dal rendiconto 2019 inviato alla banca dati delle
    amministrazioni pubbliche (BDAP).

    Il Comune di Villa San Giovanni non ha beneficiato del fondo in
    questione in quanto possiede parametri superiori rispetto a quelli
    previsti. Questo ha determinato ulteriori difficoltà.

    In merito a tale esclusione è già stata prodotta richiesta di
    riesame a firma del Legale dell’Ente poiché appare contraddittorio
    che avendo questo ente maggiori entrate possa essere penalizzato con il
    mancato beneficio.

    Le normative di applicazione sopracitate inerenti l’utilizzo e la
    contabilizzazione delle anticipazioni di liquidità soprattutto quelle
    applicate nell’esercizio 2020 appaiono disarmoniche rispetto alle
    finalità della concessione delle anticipazioni stesse.

    In buona sostanza, se da un lato il legislatore ha fornito gli
    strumenti per azzerare i debiti commerciali al 31.12.2019 dall’altro ha
    penalizzato gli enti che hanno richiesto e utilizzato tale prestito il
    cui scopo era quello di ripianare i debiti della pubblica
    amministrazione nonché di immettere liquidità nel sistema economico
    locale e nazionale evitando al contempo eventuali contenziosi e aggravi
    di spesa derivanti da procedure esecutive.

    In data 06.08.2021 il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze,
    Laura Castelli, durante l’ultima Conferenza Stato – Città e
    Autonomie locali ha annunciato l’ulteriore proroga al 15.09.2021 del
    termine per l’approvazione del rendiconto 2020 e del bilancio di
    previsione 2021-2023 rendendo la seguente dichiarazione “Stiamo
    facendo un lavoro molto importante con gli enti locali, supportando
    quelli in maggiore difficoltà nella loro azione di risanamento e
    riequilibrio finanziario. Questo differimento dei termini va visto
    proprio in questa ottica.
    L’obiettivo è individuare soluzioni su misura. Ci sono realtà che
    si trovano oggettivamente in una situazione difficile, come i Comuni
    Siciliani. Per affrontare le loro difficoltà, viste anche le
    prerogative della Regione, abbiamo attivato uno specifico Tavolo
    tecnico-politico.
    È estremamente importante che tutte le Amministrazioni, anche i
    previsione dell’attuazione del PNRR, possano ritrovare un giusto
    equilibrio. Del resto la qualità della vita dei cittadini dipende dai
    servizi che i Comuni riescono ad erogare”.

    Il Comune di Villa San Giovanni, in assenza dell’attribuzione del
    contributo sopracitato, versa nella situazione di difficoltà alla
    quale ha fatto riferimento il Vice Ministro Castelli legata
    esclusivamente al ripiano, nel bilancio di previsione, del “disavanzo
    tecnico” derivante dalle anticipazioni di liquidità di cui sopra.

    “L’ attuazione di quanto annunciato, rispetto alla proroga e al
    supporto agli Enti Locali in difficoltà, consentirebbe a questo Comune
    di ripianare il suddetto disavanzo tecnico e di approvare il Bilancio
    di Previsione 2021/2023 in pareggio finanziario in quanto non
    sussistono ulteriori criticità rispetto al disavanzo tecnico
    sopraindicato” ha dichiarato l’Assessore al bilancio e tributi
    “Antonino Giustra”

    Anche la Sindaco f.f. ha pertanto richiesto, con nota inviata al
    Ministro dell’Economia e delle Finanze e al Ministro dell’Interno, di
    dare attuazione a quanto annunciato dal Vice Ministro Laura Castelli.