• Home / CITTA / Reggio Calabria / Il nuovo libro di Luisa Nucera dedicato a Ezio Bosso

    Il nuovo libro di Luisa Nucera dedicato a Ezio Bosso

    Che Luisa Nucera, pur non essendo musicista, parli di note non é una novità. Nel suo primo volume, L’armonia dei miei sensi, pubblicato nel dicembre 2019, ha già tracciato un itinerario di ascolto della Musica attraverso la percezione sensoriale di tatto, vista, odorato, gusto  e udito che appartengono ad ogni forma d’arte.
    Nelle pagine di questa nuova produzione letteraria,dal titolo,Nota tra le mie righe, l’autrice percorre un pentagramma fatto di ricordi, nostalgie e speranze al cospetto di ” note” vissute con il corpo e con tutta l’anima.

    Un racconto corredato di impressioni e sentimenti nati ed arricchiti dall’incontro con molti musicisti tra cui spicca il Maestro Ezio Bosso, proprio ad un anno dalla sua scomparsa. Con Lui l’autrice ebbe modo di dialogare persino durante un’intervista radiofonica.  A lui infatti dedica questo volume denso di riconoscenza ed affetto sincero che si nutre di parole e ” brani” composti da  scanditi da ritmo del cuore che emerge sempre frin mezzo a tante riflessioni e problematiche accentuate dall’isolamento da pandemia. “Questo è un libro ove solo il tempo è lì a puntellare alcuni punti fermi: il resto è deliberatamente lasciato indefinito. E forse, non li vuole proprio i punti fermi, Luisa. Vuole fare i conti con quel grande medium che è la memoria, interrogare quel suo continuo risorgere con la musica. Entrare in quel bosco hardiano di suoni, di luci, di ombre, di tentativi di traduzione logica, di richiami e  di rese al mistero che è l’animo umano” scrive Lorella Bozzato nella prefazione. E aggiunge ” Luisa appare con un filo rosso legato al polso ad oltrepassare leggera le stanze storiche , emozionali, culturali, musicali lasciate aperte dal maestro che le ha insegnato come lasciare aperte le porte, come non farsi sfiorare dall’indifferenza, come combattere il vento della paura; come tradurre in coraggio ogni sacrificio”. Significativi gli interrogativi sulla purezza, la spontaneità, l’improvvisazione, la preparazione, lo studio e la comunicazione estetica in musica divenuti cardini importanti di un cammino in crescita senza tempo, tempo che resta sospeso di fronte ad esperienze indimenticabili racchiuse in questo prezioso diario.