• Home / CALABRIA / Reggio Calabria – Flash mob dei dipendenti dell’Aeroporto dello Stretto (VIDEO)

    Reggio Calabria – Flash mob dei dipendenti dell’Aeroporto dello Stretto (VIDEO)

    “Urgente il rilancio del sistema aeroportuale calabrese. La regione Calabria metta in campo soluzioni concrete, utili al rilancio del settore, quest’ultimo indispensabile per la ripartenza dell’economia regionale…” continua il segretario generale della UIL Calabria, Santo Biondo “…La regione si impegni altresì ad un rafforzamento politico con la SACAL, e si aumenti la capacità economica mediante le misure introdotte dalla Commissione europea per mezzo di un quadro temporaneo che, insieme a molte altre misure di sostegno consentono agli Stati membri di avvalersi pienamente della flessibilità prevista dalle norme sugli aiuti di Stato, al fine di sostenere l’economia nel contesto dell’epidemia di COVID-19. Mentre, sul fronte nazionale, il governo valuti opportunamente lo stato di marginalità in cui versa la Calabria, riconoscendole la necessità di rendere efficace la continuità territoriale per un effettivo rilancio sui mercati, mediante il finanziamento delle Leggi per la continuità territoriale riferita a Reggio Calabria e Crotone rispettivamente L.289/2002 e L.350/2003.”

    Intanto si registrano molteplici cancellazioni di voli in precedenza programmati per la stagione estiva da parte delle compagnie low cost diretti a Reggio Calabria, Lamezia e Crotone, diventando in tal modo sempre più necessario un maggiore impegno da parte di Alitalia che, al cospetto dei preannunci dei giorni scorsi, dovrà certamente garantire il servizio verso le aree più disagiate ed isolate dal resto del paese.

    Il dato registrato, certifica il fatto che il territorio calabrese abbia un deficit dettato dalle frequenze dei servizi offerti dai vari vettori di trasporto, rispetto ad altre direttrici sature al punto tale da aver creato nel passato una domanda minore al cospetto dell’offerta commerciale (vedi ad es. collegamenti tra le aree collegate dall’asse verticale centro-nord Italia).

    Visto il nuovo decreto del 17.05.2020, si rinvia ulteriormente l’apertura degli scali calabresi in precedenza chiusi “temporaneamente”, per il contenimento della possibile diffusione del covid, in un momento in cui l’Italia prova a rialzarsi di fronte al limite di dover camminare a velocità differenti, su base geografica. Basti pensare anche all’offerta commerciale delle Imprese Ferroviarie operanti in Calabria, che ancora non supera in modo esaustivo il precedente ridimensionamento. Anche questo caso crea senza dubbio uno spaccamento del paese con aree servite dai vettori di trasporto in modo impari e non adeguato ad un’effettiva ripresa. Per questo, rivolgendosi ancora una volta alle istituzioni, il segretario generale della UILT Calabria Giuseppe Rizzo ed il segretario regionale del T.A. Luciano Amodeo, ritengono che esse dovranno necessariamente prendere atto dei nuovi scenari che si sono venuti a creare. “Necessita una programmazione lungimirante, che tenga conto delle regole più elementari legate ai processi di sviluppo economico, possibili soltanto in presenza di una fitta ed efficiente rete dei trasporti”
    Crescono anche le preoccupazioni per gli oltre 400 lavoratori impiegati tra gli aeroporti di Lamezia, Reggio e Crotone, attualmente usufruenti degli ammortizzatori sociali senza poter intravedere alcuna reale prospettiva futura. Ancor di più se si parla di lavoratori stagionali legati alle loro incertezze, senza poi contare le pesantissime ripercussioni riguardanti l’indotto.

    Al cospetto di una tale situazione, la segreteria regionale della UILT Calabria, ha organizzato un flash mob “virtuale”, sostenuto anche dalla segreteria nazionale T.A. per mezzo della presenza di Simone De Cesare, costantemente vicino alla vertenza Calabria. Iniziativa che verrà lanciata il 19.05.2020, utile a dar voce all’espressione dei lavoratori rappresentati, nel tentativo di voler sollecitare ulteriormente le istituzioni competenti a causa dello stato di precarietà generato dalle disattenzioni che hanno comportato l’isolamento del territorio.

    Il videoclip, prodotto con la partecipazione di alcuni dipendenti dell’Aeroporto di Reggio Calabria, ha come fine ultimo, quello di stimolare le coscienze di una politica passiva dinanzi alle molteplici istanze prodotte, e rimaste prive di ogni possibile riscontro.

    L’auspicio è quello di un confronto urgente tra le parti sociali e la regione, per individuare scrupolose soluzioni che non potranno più tardare ad arrivare.

    Il Segretario Generale UIL Calabria – Santo Biondo

    Il Segretario Generale UILTRASPORTI Calabria – Giuseppe Rizzo

    Il Segretario Regionale UILT Calabria / T.A. – Luciano Amodeo

     

     

    GUARDA QUI IL VIDEO