• Home / CITTA / Reggio Calabria / “HoacuoRete” Nasce una rete di supporto e consulenza medica, psicologica, relazionale

    “HoacuoRete” Nasce una rete di supporto e consulenza medica, psicologica, relazionale

    Una pagina Facebook, collegata ad Instagram, che vuole diventare uno spazio di incontro, guida, supporto e consulenza (medica, psicologica, relazionale) dedicato alle famiglie, ai minori e agli insegnanti, i quali si potranno avvalere del contributo professionale di medici e specialisti in vari settori, che presteranno gratuitamente la loro consulenza in questo periodo di quarantena e isolamento cui è sottoposta tutta la cittadinanza.

    È questa l’idea dell’USR Calabria – Ufficio VI – Ambito territoriale di Reggio Calabria, nata in collaborazione con l’ufficio del Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Città metropolitana di Reggio Calabria, l’Asp di Reggio Calabria e il Comitato italiano paralimpico.

    La diffusione del Covid-19 ha generato un’esperienza collettiva nella quale ciascuno nella quale ognuno di noi rischia di percepire in maniera la propria fragilità fisica e psicologica. Tale condizione ha determinato l’insorgere di notevoli difficoltà soprattutto per le famiglie che si trovano costrette a stare chiuse in casa, spesso in spazi ristretti, a svolgere magari uno smartworking, che con i figli a casa tanto smart non è. E che dire proprio dei più piccoli i quali risentono maggiormente di questa condizione eccezionale.Perché, se i primi giorni sono stati vissuti come una specie di vacanza, adesso la mancanza della scuola, della palestra, degli amici, dei nonni, inizia a farsi sentire e questa socializzazione che viene men opotrebbe avere un impatto psicologico importante. A ciò si aggiunga l’enorme disagio vissuto da tutti coloro che già quotidianamente facevano i conti con una condizione di disabilità che in questo periodo potrebbe determinare ulteriore isolamento ed emarginazione.

    In questo contesto si inseriscono anche gli insegnanti che si ritrovano a dover continuare il proprio lavoro di educatori attraverso strumenti che fanno venire meno il contatto diretto con i propri alunni ai quali devono anche spiegare in modo meno traumatico il significato della realtà che stiamo vivendo.

    Proprio guardando con preoccupazione a tale situazione complessiva di disagio, nasce l’idea della pagina Facebook, al cui interno sarà possibile usufruire, altresì, del contributo delle associazioni ACE–Medicina solidale, ACTIONAID, AMICA SOFIA, BLU CORPORATION, DUE SOLI ONLUS, Mai più violenza infinita, OSSERVATORIO VIOLENZA E SUICIDIO, SAVE THE CHILDREN, SOCIETA’ NAZIONALE DI SALVAMENTO, che hanno aderito all’iniziativa, nonché di contattare il numero verde 800305081, messo a disposizione dall’ASP di Reggio Calabria.