• Home / Primo piano / Falcomatà: “Regione ci spieghi dove sono i 15 fantasmi, i 1450 tamponi e dei 75 posti in terapia intensiva a Catanzaro”

    Falcomatà: “Regione ci spieghi dove sono i 15 fantasmi, i 1450 tamponi e dei 75 posti in terapia intensiva a Catanzaro”

    “La Regione ha capito la magra figura fatta silenziando i bollettini del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, diventato punto di riferimento per tutti noi. Un dietrofront parziale, nel senso che il Gom a livello provinciale potrà continuare ad offrire il bollettino serale però aggiornato ai dati cristallizzati delle 14.30. Questa è la scelta successiva che ha fatto la Regione. Tuttavia restano irrisolti parecchi nodi rispetto questa situazione. ” E’ quanto dichiara il sindaco di reggio calabria, Giuseppe Falcomatà in una diretta facebook.

    “Il rispetto delle regole, delle norme non può essere unilaterale.  I 15 contagiati di domenica dove sono finiti? sono finiti in un buco nero? Ci sono? non ci sono? diteci se esistono o meno e dove sono. Il dato sui decessi. Anche su questo ci sono discordanze su Regione e Gom. Si tratta di vite umane, dietro i numeri ci sono vite, storie, persone. A proposito di tamponi. Sul numero di tamponi ci sono errori macroscopici. Il Ministero dice che in Calabria sono stati effettuati 14072 tamponi, la Regione Calabria comunica invece che sono 12.622. C’è una differenza di 1450 tamponi in più o in meno, cioè ci sono 1450 persone che non sappiamo se gli è stato fatto il tampone o no. Chi ha ragione su questo? I dati devono essere comunicati comune per comune. Dobbiamo avere i dati dei contagi e dei tamponi suddivisi per comune, per età e sesso. Solo così si potrà avere una informazione puntuale. Il cittadino ha diritto ad avere una informazione puntuale. Spero che alla fine di questa emergenza il Governo prenda atto che non ci può essere una sanità divisa per regioni. Io credo che il sindaco abbia il diritto ma anche il dovere di comunicare dati il più possibile approfonditi e specifici. Ho chiesto di avere questi dati divisi comune per comune. Se nessuno li vuole dare li darò io, mi assumo la responsabilità. La politica è rispondere alle esigenze di una comunità. Chiederemo chiarezza anche rispetto a quella che è la rete delle infrastrutture ospedaliere nella nostra Regione. Sappiamo che ci sono dei fondi stanziati dalla Banca d’italia per la realizzazione di posti in terapia intensiva per la Calabria, da quello cheabbiamo appreso da organi di stampa questi posti di terapia intesiva, 75, sarebbero, e mi auguro sia un errore di stampa, un refuso,  tutti per l’ospedale di Catanzaro. Ho scritto alla Banca d’Italia la quale mi ha risposto che loro mettono esclusivamente a disposizione i soldi, ma i progetti e la distribuzione nella rete ospedaliera è compito della Regione, quindi è la Regione che ci deve dire questi 75 posti se sono tutti a Catanzaro, se sono divisi sul territorio regionale. come noi auspichiamo. Mi auguro che nessuno voglia mettere il bavaglio anche su questa cosa. ”

    Questione dati COVID, parliamone in diretta

    Pubblicato da Giuseppe Falcomatà su Mercoledì 8 aprile 2020