• Home / Primo piano / Coronavirus Reggio Calabria – Il dato del Gom: 5 nuovi casi su 160 tamponi; 2 morti, 33 ricoverati (6 in terapia intensiva). 140 totali su Reggio

    Coronavirus Reggio Calabria – Il dato del Gom: 5 nuovi casi su 160 tamponi; 2 morti, 33 ricoverati (6 in terapia intensiva). 140 totali su Reggio

    La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nella giornata di oggi sono deceduti due pazienti: una donna ed un uomo rispettivamente di 88 e di 89 anni. I pazienti erano ricoverati nel reparto di Pneumologia ed erano affetti da altre patologie concomitanti all’infezione da COVID-19. Il Grande Ospedale Metropolitano porge le più sentite condoglianze ai familiari.

    La Direzione Aziendale si stringe attorno alla famiglia del dott. Marco Conte, Direttore della U.O.C. Microbiologia Virologia del G.O.M. per la perdita del cognato. Il dott. Conte, in prima linea in questa emergenza sanitaria, ha scelto di rimanere a Reggio Calabria a proseguire il proprio lavoro nonostante la dolorosa circostanza.

    Nella giornata di oggi sono stati sottoposti allo screening per CoViD-19 160 nuovi soggetti con sospetto di infezione. Di questi, 5 sono risultati positivi al test.

    I pazienti ricoverati in ospedale sono attualmente 33: 23 in Malattie Infettive, 4 in Pneumologia e 6 in Terapia Intensiva. I pazienti deceduti sono 7, mentre quelli dimessi perché guariti sono 7.

    Si raccomanda a chiunque voglia chiedere informazioni o in caso di sintomi sospetti di non recarsi al Pronto Soccorso, ma di contattare il numero Verde 1500 del Ministero della Salute e il numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria.

    Si esorta tutta la cittadinanza a rispettare le norme di sicurezza e restare in casa.

    Si ricorda che il comunicato del Gom non quantifica più il totale dei casi di Reggio Calabria, poiché da qualche giorno è un attivo un altro laboratorio dell’Asp che fa i tamponi sulla popolazione.  Per il consuntivo dei casi nel reggino occorre affidarsi al comunicato della Protezione Civile che parla di 140 persone contagiate da coronavirus (clicca qui per il comunicato).