• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria, Vecchio (Confindustria) chiede interventi per l’area industriale di San Gregorio

    Reggio Calabria, Vecchio (Confindustria) chiede interventi per l’area industriale di San Gregorio

    “La situazione della viabilità nella zona di San Gregorio è gravemente
    compromessa e crea enormi problemi alle aziende insediate in quell’area.
    E’ urgente che il Comune di Reggio Calabria provveda a ripristinare il
    manto stradale per consentire alle imprese di operare in condizioni di
    sicurezza”.

    E’ l’appello all’amministrazione di palazzo San Giorgio
    rivolto dal presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico
    Vecchio. “Siamo perfettamente consapevoli – prosegue il rappresentante
    di Via Torrione – delle condizioni difficilissime in cui versa l’ente
    sotto il profilo finanziario. Per questo, non vogliamo ‘sparare sulla
    croce rossa’, come si dice in gergo. Ma sollecitiamo il Comune a dare
    priorità, nell’ambito del piano straordinario di manutenzione delle
    strade che è stato avviato dall’amministrazione, proprio a San Gregorio.
    Ogni giorno che passa lo stato complessivo della viabilità continua a
    peggiorare: il fondo stradale dissestato, le vere e proprie voragini che
    si sono aperte e, adesso, le perdite idriche condizionano l’attività
    delle imprese, costituiscono dei pericoli oggettivi anche per i mezzi
    aziendali e sono un biglietto da visita negativo per le stesse società”.
    “Nonostante il tramonto del vecchio sogno industriale del polo di San
    Gregorio, continuano a esistere in quell’area importanti realtà
    produttive, che si fanno apprezzare anche al di fuori dei confini
    nazionali, che garantiscono livelli occupazionali e, nonostante tutto,
    non si rassegnano ad abbandonare la Calabria per amore di questa terra.
    Credo sia importante – conclude Domenico Vecchio – che l’amministrazione
    reggina, pur dibattendosi tra mille difficoltà, riesca a fornire un
    segnale immediato e concreto di riscontro a un’esigenza basilare degli
    imprenditori e dei cittadini”.