• Home / CALABRIA / Maltempo a Reggio Calabria, si fa la conta dei danni

    Maltempo a Reggio Calabria, si fa la conta dei danni

    È proseguita l’operatività di monitoraggio, da parte di questa Prefettura, nonostante si sia registrato il miglioramento delle condizioni meteorologiche in tutta la provincia.

    Durante la mattinata è stata svolta una ricognizione sulle segnalazioni dei danni provocati dal maltempo.

    Gli interventi eseguiti dalle Forze dell’Ordine, in collaborazione con il personale dei Vigili del Fuoco, Anas, RFI hanno consentito di contenere al minimo i disagi alla popolazione dei Comuni interessati.

    In particolare, nel corso della trascorsa notte sono stati segnalati interventi per interruzione dell’energia elettrica ed allagamenti nel Capoluogo;

    Nel Comune di Bova Marina la mareggiata ha distrutto il locale cucina del lido-ristorante “Marechiaro” e nel villaggio la “Perla jonica” detriti fangosi hanno invaso otto bungalow; mentre in località San Leo ristorante “Fair Star” i detriti trascinati dalle onde hanno procurato danni all’interno del locale.

    Nel Comune di Condofuri presso il camping il “Boschetto” le forti mareggiate hanno danneggiato alcune roulottes.

    Nel Comune di Brancaleone a causa del cedimento di un muretto di recinzione di un cortile, comune a diverse abitazioni, si è verificato l’allagamento dello stesso;

    Nel Comune di Riace un pannello coibentato a causa del forte vento ha danneggiato un autoveicolo in sosta e un palo elettrico si è abbattuto su una recinzione di un’abitazione privata.

    Nel Comune di Siderno a causa della mareggiata si è aperta una voragine sul lungomare, il cui transito è stato vietato.

    Sul posto sono intervenuti, prontamente, i tecnici del Comune. Danni ingenti si sono registrati nel Comune di Melito di Porto Salvo, dove a causa delle forti mareggiate una parte del lungomare (circa 100 m.) è crollato provocando contestualmente il danneggiamento della rete idrica a servizio delle abitazioni adiacenti;

    In località Annà è stato eseguito lo sgombero di una famiglia in seguito a danni provocati dai detriti trasportati dall’onde che hanno invaso l’abitazione.

    Nel Comune di Montebello Jonico – frazione Saline Jonica, è stata disposta la chiusura di una strada in prossimità di abitazioni prospicenti la zona marina, interessata da allagamenti e detriti fangosi trasportati dalla mareggiata, che ne impediscono l’accesso.

    Si sono registrati anche danneggiamenti alle strutture alberghiere presenti in quella zona.

    Nel Comune di San Luca si sono verificati smottamenti e cedimenti di gabbioni lungo l’alveo del Vallone Vorea e tratti di carreggiata delle SS.PP. 72 e 73 sono state invasi da materiale fangoso.

    Alcuni cedimenti di muretti sono stati, inoltre, segnalati all’interno del Cimitero Comunale.

    Il personale del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco è stato impegnato in 38 interventi, principalmente per caduta alberi, allagamenti in città ed in provincia.

    È stato ripristinato parzialmente il collegamento con la Sicilia dei mezzi veloci con una corsa da Villa San Giovanni.

    Ed infine, nella serata scorsa, nel porto di Villa San Giovanni, in fase di attracco, a causa del forte moto ondoso, la Nave “Scilla” di RFI ha urtato la banchina, procurando danni solo allo scafo esterno, nessuna delle persone presenti al momento sul traghetto ha riportato lesioni.