• Home / CITTA / Reggio Calabria / ‘Scilla nell’anima’: mostra visitabile per tutto agosto

    ‘Scilla nell’anima’: mostra visitabile per tutto agosto

    Pino Romanò, pittore scillese di nascita vive fra Roma e Monte Porzio Catone. Il pittore all’età di dieci anni lascia Scilla per Messina, dove frequenta gli studi classici e si laurea in giurisprudenza. La sua passione per il disegno lo porta alla frequentazione del mondo dell’arte messinese e successivamente ha modo di frequentare quello milanese: gallerie (il noto caffè Giamaica frequentato dagli artisti non solo milanesi), Brera ecc.. Si trasferisce per qualche tempo sulla Costiera Amalfitana, in Puglia e in Sardegna. In seguito lo troviamo a Reggio di Calabria dove frequenta l’Accademia delle Belle Arti sotto la guida di Ugo D’Ambrosi. Pino Romanò, dopo tanti spostamenti per la partecipazione a mostre personali e collettive trova il suo approdo a Roma la città eterna, dove, tra le pendici del Tuscolo realizza il suo atelier. L’approdo alla sua pittura e alla sua tecnica la ebbe dai maestri Mario Mafai, Fausto Pirandello, Manfredi Nicoletti, e Orfeo Tamburi.

    Cezanne ebbe a dire, che nella pittura ci sono due cose, l’occhio e il cervello ed è quello che emerge nell’osservare le opere di questo bravo artista che ha come credo la “ verità e la fedeltà “ osservando i suoi quadri su Scilla: il Castello dei Ruffo, la Chianalea, Marina grande ecc. e su Roma: il Tevere, l’Isola Tiberina, Castel Santangelo il Cupolone ecc..

    Le opere di questo bravo pittore fanno parte di collezioni in Italia e all’estero.

    La mostra di Pino Romanò all’Hotel Le Sirene è visitabile tutti i giorni per tutto il mese di agosto.

     

    Pino Romanò, pur abitando a Roma da molti anni il suo cuore e la sua mente spaziano verso la sua

    Pino Romanò, pur abitando da diversi anni a Roma non ha mai dimenticato la sua amata Scilla e rilegge i versi di Immacolata Olivieri Toma:

    A SCILLA “

    Il vento

    Spingendo la schiuma

    delle onde

    mi riporta alla memoria

    alla rocca incantata

    della amata Scilla.

    Appari come una perla

    In una conchiglia…………..

    Domenico Cambareri