• Home / Primo piano / Reggio Calabria – Fortino di Pentimele, dove sarà la trapunta?
    materasso dentro il fortino di Pentimele

    Reggio Calabria – Fortino di Pentimele, dove sarà la trapunta?

    di Grazia Candido – Furto ai fortini di Pentimele. Cercasi disperatamente la trapunta.
    Dopo un primo Maggio festaiolo tra il candore di un paesaggio naturale e le luci del festival per il Primo Maggio (undici ore di concerti, dj set, mostre, mercatini, installazioni, performance organizzate dall’associazione Meno1 Art & Music Culture con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria), raccogliamo il grido di dolore lanciato dal materasso che, inopinatamente, è stato lasciato da solo al proprio destino dalla trapunta rapita da una mano ignota. L’unica consolazione per il povero materasso a due piazze sono le luci che qualche anima pia ha pensato di lasciare accese 24 ore su 24. E non serve a niente la compagnia delle due piantine, oramai secche, poste ai bordi del letto né i rifiuti nascosti alle spalle delle telecamere che vigilano uno dei fortini.
    Sul quel materasso, sempre martedì scorso durante il festival “Primo Maggio del Meno1”, ebbe modo di constatarne la sua comodità il delegato alla cultura del Comune di Reggio Calabria Franco Arcidiaco e a lui va l’accorato appello visto il ruolo rivestito e la sua riconosciuta sensibilità alla risoluzione dei problemi cittadini, affinchè venga o ritrovata la trapunta e, quindi, il responsabile di tale “furto” o che il materasso sia spostato da lì e magari raggiungere il luogo di perenne destinazione.
    Nel frattempo, uno dei luoghi più belli della città, resta chiuso ai suoi cittadini che, amaramente, registrano il degrado rappresentato plasticamente dal triste materasso e dai cumuli di immondizia sparsi pure sul ciglio della strada e tra le sterpaglie. Apparentemente nascosti ma immediatamente visibili adagiati sul rialzo della struttura creata difronte ad una delle Fortificazioni Umbertine, sono disposti sacchi pieni di bottiglie, cartoni e pedane di plastica. Ingombranti che, pensiamo noi, sicuramente andavano rimossi il giorno stesso a fine festa.
    Al di là dell’ironia, è proprio così difficile valorizzare e tutelare le ricchezze della nostra città?
    Ognuno di noi è parte di un paesaggio. Anche se si allontana, anche se lo dimentica, anche se lo ripudia, un po’ di quel colore resterà suo.
    I fortini di Pentimele così come qualsiasi altro bene della città, hanno una propria storia da preservare e tramandare: quella che leggiamo, quella che sogniamo e, soprattutto, quella che creiamo.
    materasso lasciato al fortino
    materasso lasciato al fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    spazzatura al Fortino
    luci accese al fortino

    Fortino di Pentimele

    Fortino di Pentimele - Arcidiaco alla festa del Primo Maggio
    Fortino di Pentimele – Arcidiaco alla festa del Primo Maggio