• Home / CITTA / Reggio Calabria / Facoltà di agraria: a Reggio il 103.mo congresso nazionale di botanica

    Facoltà di agraria: a Reggio il 103.mo congresso nazionale di botanica

    uniagraria.jpg

    Studiosi delle piante e dell’ambiente a confronto  dal 17 al 19 settembre, organizzato dalla Facoltà di Agraria della Mediterranea presso l’Aula Magna di Ateneo  “Antonio Quistelli” (nella Città Universitaria, di fronte alla Facoltà di Architettura, in Via Melissari a Reggio Calabria) ospiterà il 103° congresso Nazionale Società Botanica. 

    Il congresso vedrà la partecipazione di numerosi studiosi italiani ed esteri che discuteranno su varie tematiche al centro delle quali vi sono le piante e l’ambiente.

    La Società Botanica Italiana, fra le più antiche associazioni scientifiche italiane, svolge la sua attività nella diffusione della  coltura scientifica in campo botanico e ambientale da più di un secolo e quest’anno per la prima volta nella sua secolare vita si riunisce a Reggio Calabria.

    Se in passato il congresso di botanica poteva passare inosservato, ed interessare solo ricercatori o appassionati della disciplina, oggi la questione ambientale pone in una nuova luce gli studi e le ricerche svolte sulle piante. Il 103° congresso si propone infatti di trattare tematiche che si riconducono a ricerche e studi sulla biodiversità a tutti i suoli livelli: da quello di specie, a quello sottospecifico quello ecosistemico e di paesaggio, per ragguagliare sulle modalità più appropriate e scientifiche delle azioni da intraprendere per salvare non solo gli habitat e le specie in estinzione, ma l’ambiente stesso del nostro pianeta, devastato dalle rapide trasformazioni indotte dalle attività antropiche.

    Il congresso è organizzato in simposi che toccano differenti tematiche di rilevante interesse per il territorio e l’ambiente e assume ha anche una valenza culturale oltre che scientifica, in quanto evento in grado di stimolare un confronto e un dibattito su tematiche di rilevante interesse per la nostra società. A ciò contribuirà anche la presenza a Reggio Calabria in occasione del Congresso di numerosi studiosi di alto livello scientifico provenienti dall’Italia e dall’estero che parteciperanno con relazioni e comunicazioni ai lavori del congresso.
    Il congresso di quest’anno si sviluppa in sei simposi tematici che confrontano le ricerche svolte dai vari ricercatori. In particolare il primo simposio affronta le tematiche del paesaggio dall’analisi, ai modelli, alla pianificazione, il secondo affronta le tematiche della biologia dello sviluppo delle piante, il terzo tratte rata delle Briofite e delle Pteridofite piante molto utilizzate come bioindicatori, il quarto affronta tematiche connesse con le alghe dei nostri mari, con particolare riguardo ai cambiamenti conseguenti l’invasione dei mari da parte di specie aliene, il quinto è dedicato alla conservazione della Biodiversità in relazione al Contdown 2010, iniziativa supportata dalla IUCN (Unione internazionale per la conservazione della Natura), il sesto ed ultimo simposio infine è incentrato agli studi sulla evoluzione e sulla biodiversità di piante della Regione Mediterranea.