• Home / CITTA / Reggio Calabria / Unime: lettera a Napolitano per la sede di Locri

    Unime: lettera a Napolitano per la sede di Locri

    LOCRI (REGGIO CALABRIA),- Scongiurare la chiusura del corso di laurea in Servizio sociale nella sede staccata di Locri dell’Ateneo di Messina. E’ questo l’appello lanciato in una lettera al Capo dello Stato da Livio Ravanese, rappresentante dei circa 250 studenti della Locride: afferma che il corso rischia la chiusura dal 30 luglio per il mancato pagamento all’Ateneo di circa 700 mila euro da parte del consorzio per la Promozione della cultura e degli studi universitari nella Locride. Il consorzio e’ costituito dalla Provincia di Reggio e da 22 comuni della Locride. Ravanese afferma anche per quanto e’ a ”conoscenza degli studenti, i debiti degli enti con il consorzio ammontano a circa un milione”. ”In questo momento – scrive lo studente a Napolitano – ci sentiamo abbandonati. Le nostre speranze professionali e culturali stanno venendo via via a mancare. Non possiamo piu’ credere in una classe politica che durante le manifestazioni di Locri, all’indomani dell’omicidio del vice presidente del Consiglio regionale, Francesco Fortugno, erano disposti a fare promesse di sviluppo e di crescita culturale della zona, e che ora, a tre anni da quelle passerelle, ci lasciano allo sbando”. Gli studenti hanno anche annunciato che da martedi’ prossimo cominceranno uno sciopero della fame ad oltranza davanti alle sede universitaria di Locri. (ANSA).