• Home / CITTA / Reggio Calabria / Gioia Tauro: omicidio Molè forse con pistola rubata ai Vigili

    Gioia Tauro: omicidio Molè forse con pistola rubata ai Vigili

    Rocco Mole’, il boss dell’omonima cosca, assassinato il primo febbraio scorso, potrebbe essere stato ucciso con una pistola rubata al Comando dei vigili urbani di Gioia Tauro. E’ l’ipotesi su cui stanno lavorando i magistrati della Dda di Reggio Calabria. I magistrati, nel provvedimento di fermo disposto contro 18 presunti affiliati ai Mole’-Piromalli, affermano che ”quanto emerso nelle attivita’ tecniche in corso ha indotto a meglio analizzare alcuni eventi occorsi e precisamente il furto delle pistole d’ordinanza nel Comando di polizia municipale e l’omicidio di Rocco Mole”’. ”Tali eventi, seppur apparentemente non presentano connessioni – proseguono i pm – di fatto potrebbero essere legati dal tipo di arma utilizzata per compiere l’omicidio di Rocco Mole”’. Infatti, l’8 ottobre 2007, dal Comando dei vigili sono state rubate quattro pistole Beretta calibro 9X21 modello FS e sul luogo dell’omicidio di Mole’, il primo febbraio 2008, sono stati recuperati cinque bossoli cal. 9X21. (ANSA).