• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: provincia concorrerà a realizzazione centro polivalente "Piccola Opera Papa Giovanni"

    Reggio: provincia concorrerà a realizzazione centro polivalente "Piccola Opera Papa Giovanni"

    La Provincia di Reggio Calabria, su iniziativa del consigliere provinciale Giovanni Verduci, si è impegnata a concorrere alla realizzazione del centro polivalente che l’associazione “Piccola Opera Papa Giovanni” sta costruendo nel rione Eremo. Nei giorni scorsi a palazzo Foti si è tenuto un incontro durante il quale, alla presenza del Presidente avv. Giuseppe Morabito e dell’Assessore alle Politiche Sociali dott. Attilio Tucci, Verduci ha avuto modo di illustrare le finalità dell’iniziativa promossa dall’associazione reggina, evidenziando l’importanza che la stessa già riveste non solo per il centro città, ma per l’intero territorio regionale.    Infatti, nella regione Calabria esiste purtroppo un numero elevato di soggetti con disabilità in età evolutiva che necessitano di interventi tempestivi finalizzati alla formulazione di diagnosi precoci ed alla erogazione di prestazioni riabilitative.    A Reggio Calabria, sin dal 1968, l’associazione “Piccola Opera Papa Giovanni”, ha cercato “di aiutare i disabili a costruire la loro vita su ciò che hanno, non su ciò che gli manca, senza sostituirsi a nessuno ma facendosi compagna di strada” , una strada tortuosa, difficile tanto per i diversamente abili quanto per le loro famiglie.  Avvertita la crescente domanda di aiuto, l’associazione nel 1991 ha aperto un presidio riabilitativo per i disabili più piccoli. Pensato inizialmente come servizio diurno per rispondere alle numerose richieste di accoglienza, si è strutturato successivamente anche in funzione del trattamento ambulatoriale, divenendo in poco tempo punto di riferimento per centinaia di bambini, da pochi mesi a circa quindici anni d’età, provenienti da tutto il territorio provinciale, con difficoltà psicomotorie e/o sensoriali di varia origine. Oggi, su iniziativa dell’associazione “Piccola Opera Papa Giovanni”, a Reggio Calabria  sta sorgendo un Centro Polivalente per la diagnosi precoce della disabilità, per l’erogazione di servizi di riabilitazione ambulatoriale e residenziale. La struttura, già in fase di costruzione, una volta ultimata riuscirà ad accogliere 250 soggetti, offrendo così la giusta risposta non solo al territorio comunale ma all’intera regione, garantendo oltre 100 trattamenti nel rispetto di tutti gli standard qualitativi previsti alla normativa vigente.  L’importante opera, il cui costo finale si aggira su 4 milioni di euro, è stata già in parte finanziata dalla stessa associazione, con l’accensione di mutuo, e adesso potrà contare anche dell’apporto finanziario dell’Amministrazione Provinciale.  Massima l’attenzione prestata dal Presidente Morabito e dall’Assessore Tucci, che hanno garantito la totale disponibilità, esprimendo soddisfazione per l’iniziativa e compiacimento per la lodevole attività che l’associazione porta avanti da anni.          Entusiasta il consigliere Giovanni Verduci: “Considerata l’importanza della struttura e consapevole della sensibilità per le tematiche sociali più volte dimostrata dal Presidente avv. Morabito e dall’Assessore dott. Tucci, ero certo che non avrebbero esitato un istante. Assieme all’assessore Attilio Tucci, sono stato ospite dell’associazione e ho potuto constatare con mano l’importanza dell’intervento. Ho incontrato i bambini ed i loro genitori e nei loro occhi ho notato la voglia di voler andare avanti, nessuna rassegnazione o il piangersi addosso, ma consapevolezza dell’importanza della vita in ogni suo aspetto e rappresentazione. Ho avuto modo di parlare con  i medici, gli assistenti, il personale amministrativo e i numerosi  volontari. Tutti sono coscienti di quello che fanno. Sono convinti di poter rappresentare una speranza, una mano di aiuto, un valido sostegno a chi è in serie difficoltà e non si scoraggia. Con l’impegno assunto, la Provincia parteciperà concretamente alla realizzazione di questo grande sogno. Per l’ennesima volta, l’Amministrazione Provinciale dimostra di voler stare dalla parte della gente, vicino ai più piccoli, al fianco di chi si adopera per il bene comune.”