• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio, Consiglio comunale approva debiti fuori bilancio. Scopelliti "I photored saranno riattivati"

    Reggio, Consiglio comunale approva debiti fuori bilancio. Scopelliti "I photored saranno riattivati"

    Il consiglio comunale ha approvato a maggioranza i debiti fuori bilancio relativi ai mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre, previsti nei primi quattro punti all’ordine del giorno della seduta odierna. Critici sull’argomento i consiglieri Domenico Meduri e Demetrio Martino , così come Nuccio Barillà e Giovanni Minnitti che hanno evidenziato la mancanza di cautela dell’Amministrazione nel non sospendere anticipatamente il funzionamento dei photored, circostanza che ha determinato l’implemento dei debiti fuori bilancio, in conseguenza delle decisioni dei giudici di pace sui ricorsi presentati dai cittadini multati.

    Il sindaco Scopelliti è intervenuto per chiarire che cautela vi è stata in quanto i photored sono stati disattivati, ma ha anche evidenziato l’importanza della presenza di questi strumenti di controllo per garantire la sicurezza stradale e ha preannunciato che una volta effettuata una nuova taratura dei macchinari questi saranno riattivati per garantire le regole e l’incolumità dei cittadini. D’altra parte sull’efficacia dello strumento è d’accordo anche l’opposizione, che condivide la necessità di una vigorosa vigilanza. Scopelliti , inoltre, ha posto l’accento sul fatto che la sua amministrazione licenzia annualmente circa due milioni di euro di debiti fuori bilancio, mentre quelle precedenti ne licenziavano intorno ai tredici. Insomma, rispetto al passato i debiti fuori bilancio sono ridottissimi e ciò rappresenta una buona condotta dell’Amministrazione.

    Nei preliminari il presidente Chizzoniti ha ratificato la costituzione del gruppo Mpa, composto dai consiglieri Giuseppe Sergi, Giuseppe Martorano, Tonino Serranò e Leandro Savio. Quindi, il consigliere Massimo Canale ha chiesto spiegazioni al segretario comunale f.f., Umberto Nucara sulle procedure di assunzioni nelle società miste, e la stabilizzazione di Lsu e Lpu, sottolineando che in una proposta di delibera della minoranza  viene chiesto che le assunzioni vengano espletate attraverso procedure di evidenza pubblica. Antonino Zimbalatti ha poi chiesto un applauso in ricordo del vicesindaco Giovanni Rizzica, ricordandone le qualità umane, morali e politiche.

    Quindi, il consigliere Agliano ha chiesto ed ottenuto un’inversione dei punti all’ordine del giorno.

    Così sono stati approvati a maggioranza i punti 7 e 10 inerenti all’acquisizione al patrimonio comunale dei beni devoluti dal signor Alberto Biccafurri ed il Piano comunale di protezione civile, sul quale ha relazionato la dirigente Giuliana Carmagnola. Successivamente è stato approvato all’unanimità l’inserimento delle idee progettuali “parco urbano colina di Pentimele” nel piano strategico cittadino, proposto dal consigliere Nuccio Barillà.

    Il consiglio comunale è quindi passato alla discussione della vicenda dell’Hospice delle Stelle. L’argomento è stato introdotto da Daniele Romeo, che si è occupato della vicenda insieme ai consiglieri di opposizione e quale presidente della Commissione politiche sociali. Romeo è anche il primo firmatario di una proposta di sostegno alla struttura sanitaria, sottoscritta dalla Commissione e cui hanno lavorato i colleghi di maggioranza e opposizione. Il dibattito e così entrato nel vivo con l’appassionato intervento di Romeo a cui è seguito quello di Massimo Canale che ha sottolineato lo straordinario momento di impegno civile e politico, al di là delle appartenenze ideologiche che si sta registrando rispetto alla vicenda.
    (Roto San Giorgio)