• Home / CITTA / Messina / Messina: incendi, indagati cinque anziani

    Messina: incendi, indagati cinque anziani

    Cinque persone sono state iscritte nel registro degli indagati per gli incendi che hanno interessato, tra la fine di maggio e pochi giorni fa, i monti Peloritani e la zona tirrenica della provincia messinese. Il provvedimento e' del procuratore aggiunto Pino Siciliano e del sostituto Fabrizio Monaco, sulla base delle informative del Distaccamento "Colli Sarrizzo" del Corpo Forestale. I roghi provocarono cinque feriti, uno dei quali con ustioni di secondo e terzo grado, con decine di abitazioni, una fabbrica e altre aziende artigianali distrutte o seriamente danneggiate dalle fiamme. Sono tutti anziani che avrebbero appiccato il fuoco per ripulire di sterpaglie i propri terreni incolti e che avrebbero innescato i roghi nel villaggio di Salice e nei Comuni di Villafranca Tirrena, Rometta, Spadafora, Gualtieri Sicamino' e Rodi' Milici. L'ipotesi di reato nei loro confronti e' di incendio colposo. I danni dei roghi non sono ancora stati quantificati ma gli indagati potrebbero essere chiamati a risarcirli in sede civile e potrebbero essergli addebitati anche i costi dell'emergenza incendi per l'impiego di vigili del fuoco, forestale e protezione civile e perfino dei canadair. Per l'incendio a San Martino di Spadafora – in cui e' rimasto gravemente ferito Giusepe Michele Russo, 68 anni, mentre tentava di mettere in salvo i propri animali – e' indagato un 70enne che avrebbe appiccato il fuoco per fare pulizie in un uliveto di sua proprieta'. Per i roghi di Gesso, Rodia e Villafranca Tirrena – che hanno minacciato di mandare in fumo perfino i caselli dell'autostrada Messina-Palermo, chiusa al traffico per ore lo scorso 27 maggio – gli indagati sono due e anche in questo caso sono 70enni che stavano bruciando materiale di risulta sotto un uliveto. Sempre per un incendio a Villafranca Tirrena, nel registro degli indagati e' finito un altro anziano che aveva appiccato il fuoco per pulire il proprio giardino; stesso discorso per un anziano di Saponara che ha innescato un incedio tre giorni fa. (AGI)