• Home / CITTA / Messina / Messina: convegno sulle energie rinnovabili

    Messina: convegno sulle energie rinnovabili

    Sensibilizzare e incentivare l’opinione pubblica ad un uso corretto dell’energia. È questo l’obiettivo principale dell’incontro di oggi nel salone degli specchi della provincia di Messina. 

    “Fonti Rinnovabili ed efficienza energetica nella casa: istruzioni per l’uso”, questo il tema del workshop promosso dall’Assessorato all’Industria della Regione Siciliana, dall’Enea (Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’Ambiente) e dalla  Provincia Regionale di Messina.

    Nell’ambito delle azioni dell’Accordo di Programma Quadro per l’Energia, l’Assessorato Regionale Industria, intende favorire il processo di promozione scientifica condotto dall’Enea e ha finanziato un programma specifico, chiamato SICENEA. Attraverso questa iniziativa ciascuna provincia ha  attivato un “ufficio energia” dotato di moderne risorse strumentali e elevate competenze tecniche. Il risultato è stato quello di aver contribuito a creare una rete territoriale di uffici energia che abbraccia tutte le province siciliane. Dopo l’incontro di ieri a Ragusa, oggi è la volta di Messina, seconda tappa del programma di appuntamenti previsti in tutta la regione. Nei prossimi giorni infatti, le sedi protagoniste saranno Catania, Siracusa, Caltanisetta, Agrigento e Trapani. Dopo l’estate Palermo e Enna. 

    Ad introdurre i lavori Bartolo Natoli, assessore uscente ai lavori pubblici della provincia di messina – intervenuto in rappresentanza del presidente – e Armando Cappadonia, dirigente dell’ufficio tutela area suolo della provincia.

    Con l’incontro di oggi, oltre che lanciare ufficialmente l’attivazione degli uffici energia in tutte le province, si è puntato anche a promuovere quel processo di sensibilizzazione che è alla base del progetto SICENEA.

    «Stiamo cercando – ha evidenziato il vice responsabile del programma Sicenea, Ing. Francesco Cappello -,  di chiudere il cerchio; cioè fornire, attraverso questi “tour de force” di  appuntamenti in tutta la Sicilia, le condizioni per un dialogo costruttivo che veda protagonisti l’Enea, le Università, i professionisti, gli operatori di settore, gli stessi produttori locali. Perché il compito dell’Enea è anche quello di promuovere lo sviluppo industriale locale».

    SICENEA – che ha tra i suoi partner, oltre le province, il dipartimento DREAM  dell’Università di Palermo, il BEST del  politecnico di Milano, la FIRE (Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia) -, pone tra le sue linee guida anche progetti dedicati alle scuole, come “Sicilia Educarsi al futuro”.

    A Messina SICENEA ha già attivato una collaborazione con la facoltà di ingegneria, con le università, con il collegio dei geometri. «Bisogna fare squadra – ha detto ancora l’Ing. Cappello -; penso che adoperarsi con un programma che si occupa di aggiornamento e che lavora per promuovere alternative su cui investire, sia un’opera interessante per le province, ma per tutta la Sicilia, in genere».

    L’ing. Carmelo Rasconà, dell’ufficio energia della provincia di Messina, ha messo in luce l’importanza di aver costituito un ufficio energia a livello territoriale, delineando quelli che sono gli impegni e i programmi della provincia di Messina in tema di Energia. «Il nostro proposito – ha detto Rasconà – è quello di proseguire il  lavoro, sulla line di quanto già, grazie all’Enea, siamo riusciti a fare. Come ufficio energia vogliamo essere uno sportello di consulenza in materia energetica: per gli enti locali, per i cittadini, per gli operatori di settore, per le piccole e medie imprese; svolgere quindi un’azione di orientamento verso il grande pubblico».

    «L’incontro di oggi – ha detto il responsabile Sicenea Uffici Energia, ing. Domenico Prisinzano, – rappresenta una prima importante occasione di confronto e dialogo con gli uffici energia ubicati nelle diverse province (in questo caso quella di Messina); al tempo stesso questa giornata offre la possibilità ai cittadini e agli operatori di settore di capire più da vicino quali siano gli interventi attuabili per favorire il risparmio energetico. Un’analisi valutata anche alla luce delle attuali misure previste dalla finanziaria per l’utilizzazione di fonti rinnovabili e forme di risparmio anche in edilizia».

    L’ing. Prisinzano ha, inoltre, parlato del miglioramento delle prestazioni energetiche  del sistema edificio-impianto. Tecniche più efficienti di coibentazione, sostituzione di infissi, impianti di rigeneratori di calore a condensazione, sono solo alcuni degli interventi realizzabili per incentivare la riqualificazione energetica.

    Di detrazioni fiscali per il miglioramento energetico degli edifici ha parlato anche l’ing. Camillo Calvaresi, del centro Enea di Firenze, che ha illustrato cosa la legge finanziaria 2008 prevede per l’efficienza energetica negli edifici. Nel corso del workshop sono state, infatti, fornite indicazioni concrete e aggiornamenti sulla certificazione energetica degli edifici e sulle opportunità  che in questo momento lo sgravio IRPEF del 55%, e le altre incentivazioni nazionali e regionali offrono per la realizzazione di interventi e impianti per l’efficienza energetica e per l’utilizzo dell’energia solare termica e fotovoltaica nelle abitazioni.

    Alla manifestazione hanno partecipato non solo rappresentanti e partner di SICENEA, ma anche liberi professionisti, imprenditori locali. Tra le imprese intervenute anche la Randazzo Servizi Tecnologici di Capo D’Orlando che ha descritto le modalità installative per un impianto fotovoltaico.

    L’incontro si è concluso con un dibattito: ciascuno ha contributo a fornire spunti di riflessione e di analisi. Proposte, ipotesi, discussioni, con un unico obiettivo: parlare di energia e pensare all’energia in termini di sviluppo; uno sviluppo in cui la principale destinataria sia la Sicilia.