• Voleva incendiare l’ospedale, poi si cosparge di liquido infiammabile e minaccia di darsi fuoco, arrestato

    Si è cosparso di liquido infiammabile e ha minacciato di darsi fuoco davanti ai poliziotti delle volanti intimando loro di non avvicinarsi perché era sua intenzione recarsi al pronto soccorso per dare fuoco all’ospedale di Crotone.

    Un sorvegliato speciale di 57 anni è stato arrestato per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni personali, violazione delle prescrizioni inerenti alla misura di prevenzione.

    L’uomo, nel cuore della notte, è stato individuato dagli agenti nei pressi dell’ospedale cittadino con in mano una bottiglia di alcool etilico e nell’altra un accendino. Alla vista dei poliziotti ha iniziato ad urlare, intimando loro di non avvicinarsi e manifestando le proprie intenzioni.
    Gli agenti hanno tentato di convincerlo a desistere dal proposito senza riuscirci e l’uomo ha iniziato a cospargersi di liquido infiammabile, minacciando di darsi fuoco. I poliziotti hanno tentato di bloccarlo ma ne è scaturita una colluttazione nel corso della quale un agente è stato spinto e fatto cadere a terra riportando un trauma toracico. Inoltre, è stato raggiunto agli occhi dall’alcool lanciatogli dal sorvegliato speciale che è stato poi bloccato. (ANSA).