• Home / CITTA / Crotone / Crotone contro l'illegalità e le mafie

    Crotone contro l'illegalità e le mafie

    manifestazionecrotone.jpg
    Dopo le ultime vicende di cronaca che hanno scosso negli ultimi giorni il crotonese, ecco apparire uno spiraglio di sole: un NO deciso alle mafie e all’illegalità.

    Fra i partecipanti al corteo le rappresentative di : Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Sardegna, Valle D’Aosta oltre che, grosse porzioni di Calabria.

    Alla fine, questa miscellanea inter-regionale, ha raggiunto una quota compresa fra cinquemila e settemila persone che, tutti insieme, marciavano per una causa comune: il No all’illegalità.

    Il corteo, organizzato da vari enti nazionali tra cui Goel ed enti regionali tra cui Jobel, ha percorso le vie principali di Crotone, partendo dallo stadio “Scida”, passando per “via 25 Aprile” per poi confluire in “Piazza Delle Resistenza”.

    Parole importanti sono state scritte su striscioni, cartelloni magliette e quant’altro, tutto a ricordare uomini illustri a cui, il corteo, si è affiancato moralmente. “Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa…”

    parole di Giovanni Falcone, parole spese per debellare un male e per migliorare la vita di tutti.

    Risposte “importanti” sono arrivate anche dal mondo politico-sociale-istituzionale, con la presenza alla manifestazione di numerosi esponenti.

    Sul palco, una “miriade” di relatori si sono susseguiti per gridare il loro NO a tutte le mafie.

    Ad aprire gli interventi, con un saluto è stato Santo Vazzano, Presidente Consorzio Jobel di Crotone e

    Mons. Domenico Graziani, Vescovo della Diocesi di Crotone-Santa Severina.

    Solidarietà anche da relatori extra regionali come: Eros Cruccolini, Presidente Consiglio Comunale di Firenze, Marco Venturelli, Direttore Confcooperative Emilia Romagna, Carlo Tedde, Presidente Federsolidarietà, Sardegna Gianluigi Petteni, Segretario generale Cisl Lombardia e Alessandro Giussani – Presidente Federsolidarietà Lombardia.

    Importanti interventi, in oltre, sono stati effettuati da:

    Vincenzo Linarello, Presidente Consorzio GOEL e portavoce di Comunità Libere; Sergio Principe, Presidente Calabria Welfare; Claudia Fiaschi, Presidente Gruppo Cooperativo CGM; Don Massimo Mapelli, Vice Presidente Fondazione Casa della Carità; Padre Alex Zanotelli, Missionario Comboniano; Granelli; Presidente Csvnet, Coordinamento Nazionale Centri Servizi Volontariato; Luciano Squillaci, Coordinatore CSV Calabria; Piero Franco Mendicino, Direttore Confcooperative Calabria; Gianni Romero, Presidente Federsolidarietà Calabria; Soana Tortora, Presidenza Nazionale Acli, Associazioni Cristiane Lavoratori; Saverio Sergi, Presidente Acli Calabria; Giuseppe Failla, Segretario Nazionale Giovani delle Acli; Angela Fruci, Direttivo Nazionale e Responsabile per la Calabria GIOC, Gioventù Operaia Cristiana; Maurizio Davolio, Presidente AITR, Associazione Italiana Turismo Responsabile; Giacinto Palladino, Segretario Fiba cisl; Pietro Santo Molinaro, Presidente Coldiretti Calabria; Giuseppe Mangone, Presidente CIA Calabria; Pierluigi Paoletti, Presidente Arcipelago SCEC; Raffaele Genova, Presidente Addiopizzo; Maurizio Agostino, Presidente Icea Calabria; Paolo Carnemolla, Presidente Federbio.

    Hanno inoltre portato la propria testimonianza dal palco della manifestazione i rappresentanti di alcuni dei gruppi nati a sostegno dell’Alleanza nelle altre regioni di Italia:

    Caterina Lusuardi – Co.Lo.Re. (Comitato Locride – Reggio Emilia); Christian Ciavatta – Osservatorio Legalità Rimini; Marcello Valletta – Comitato Trentino – Locride.

     

    Daniele Brancati