• Home / CITTA / Crotone / Crotone: appaltati i lavori per riqualificazione campo nomadi Cipolla

    Crotone: appaltati i lavori per riqualificazione campo nomadi Cipolla

    Sono stati appaltati dal Comune di Crotone i lavori di riqualificazione del campo nomadi di località Cipolla.

    La notizia è stata comunicata direttamente dall’amministrazione comunale alla comunità slava in un incontro che si è tenuto presso la sala del consiglio comunale.

    Hanno partecipato alla riunione l’assessore ai lavori pubblici – Antonella Rizzo, il consigliere delegato ai servizi sociali – Filippo Esposito, Michele Marseglia – Presidente della terza commissione consiliare, don Giuseppe Noce in rappresentanza dell’Arcidiocesi di Crotone, Suor Maria Capitanio della Caritas, che da sempre è vicina alla comunità slava, l’avvocato Agata Speziale e l’ingegnere Rosario Mattace in rappresentanza della ditta aggiudicataria dei lavori.

    Si concretizza l’attività che, attraverso il costante dialogo con la comunità slava, Comune, Arcidiocesi, Prefettura e Provincia hanno portato avanti in questi mesi.

    “Il campo” ha dichiarato l’assessore Rizzo “diventerà un villaggio” con tutti i servizi e le infrastrutture dei quartieri abitativi”.

    “Questo” ha aggiunto la Rizzo rivolgendosi ai presenti “comporta da parte vostra il rispetto dei luoghi, delle abitazioni e naturalmente la corresponsione degli oneri per le utenze di cui usufruirete”.

    “Sono certa” ha concluso la Rizzo “che saprete sostenere l’impegno che l’amministrazione Vallone  ha profuso per prevedere la realizzazione di un nuovo villaggio  proprio quando nel resto del paese i campi si smantellano”.

     “Tra le istituzioni e voi c’è un patto” ha dichiarato il Consigliere Esposito “ed insieme faremo maggiormente integrare la vostra comunità con attività di accompagnamento ed assistenza”.

    Il Consigliere Esposito ha poi precisato di aver personalmente contattato il Presidente della Provincia che gli ha confermato l’impegno dell’amministrazione provinciale alla partecipazione al progetto con un impegno finanziario di € 250.000, che si vanno ad aggiungere ai 100.000 € messi già a disposizione dall’Arcidiocesi ed ai 250.000 € appaltati dal Comune.

    Don Giuseppe Noce che ha portato i saluti dell’Arcivescovo Mons. Graziani, nel rinnovare la soddisfazione alla partecipazione a questo progetto ha esortato gli adulti a pensare ai bambini, “i quali – ha aggiunto “penseranno a voi genitori una volta diventati adulti”.

    Nelle parole di tutti gli intervenuti, dunque, è stato sostenuto che chi abiterà in questo nuovo villaggio dovrà essere responsabilizzato sull’importanza dell’intervento sociale che si sta effettuando.

    Parole raccolte dalla comunità slava che si è impegnata al rispetto delle regole sottolineando il proprio desiderio di integrazione.