• Home / CITTA / Crotone / 'Ndrangheta: cosche facevano colletta per uccidere Pm

    'Ndrangheta: cosche facevano colletta per uccidere Pm

    Le cosche di Crotone avevano avviato una colletta per assoldare un killer che avrebbe dovuto uccidere il sostituto procuratore Pierpaolo Bruni. Il particolare emerge da alcune intercettazioni telefoniche ed ambientali contenute nel provvedimento di fermo che ha portato stamani ad una ventina di arresti di appartenenti alle cosche della frazione Papanice di Crotone, contrapposte da tempo in una faida. Nelle intercettazioni ambientali e telefoniche, secondo quanto si e’ appreso, si fa riferimento ad un bazooka e ad un fucile di precisione che dovevano essere utilizzati per uccidere il magistrato. Le conversazioni tra esponenti delle cosche crotonesi sono state successivamente confermate da un collaboratore di giustizia. Il sostituto procuratore della Repubblica di Crotone, Pierpaolo Bruni, e’ da diversi anni impegnato in indagini contro la criminalita’ organizzata. Bruni e’ impegnato anche in alcuni processi che hanno gia’ portato a pesanti condanne per i boss della ‘ndrangheta crotonese. (ANSA).