• Cariati (Cs) – Lunedì riapre l’isola ecologica

    “Emergenza rifiuti, così come approvato nei giorni scorsi dall’Ambito Territoriale Ottimale di Cosenza (con il ribadito voto contrario del Comune di Cariati), il conferimento della frazione organica, una volta completato l’iter, potrebbe avvenire nella discarica di Scala Coeli. Lunedì 14 riaprirà l’isola ecologica cittadina”.

    È quanto fa sapere il Sindaco Filomena Greco informando che, rimasto bloccato per tutti i comuni a causa dell’impossibilità di trasferimento da parte dalla società che gestisce l’impianto di Bucita sin dallo scorso 3 ottobre, il conferimento dell’umido dovrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni. 
    Cogliendo quindi l’occasione per ricordare come l’emergenza differenziata subita, non solo da Cariati (comune in regola con in pagamenti) ma da tutte le altre amministrazioni comunali, abbia prodotto purtroppo aumento dei costi (causato dal raddoppio delle spese per conferire comunque in altri impianti) e mancata pulizia del territorio, il Primo Cittadino ritorna a chiedere che la Regione Calabria si adoperi per una soluzione definitiva di una questione pronta a riesplodere.
    Il Primo Cittadino coglie l’occasione per ringraziare i cittadini che continuano a fare la raccolta differenziata contribuendo a far tornare alti numeri e percentuali.
    “Così come serve continuare a tenere alta l’attenzione sin da ora – prosegue – sull’emergenza idrica subita questa estate e che, viste le scarsissime precipitazioni di questi mesi, si riproporrà più greve nei prossimi mesi del 2023, se – scandisce – non si interverrà tecnicamente per tempo. Avvio, comunicato nei giorni scorsi, dei lavori di riqualificazione della parte nuova del cimitero. In prospettiva – sottolinea il Sindaco – si dovrà prevedere necessariamente l’ampliamento dell’area cimiteriale, visto che la disponibilità degli spazi è prossima all’esaurimento. Nonostante l’efficientamento in termini di risorse umane al quale stiamo lavorando da tempo, la macchina comunale, in particolare demanio, urbanistica e lavori pubblici, resta ancora carente dal punto di vista della dotazione tecnica, soprattutto – conclude la Greco – rispetto ai diversi e cospicui finanziamenti che l’Amministrazione Comunale è riuscita ad intercettare in questi anni per diversi milioni euro e che sono destinati complessivamente ad elevare la qualità dei servizi e della vita su tutto il territorio comunale”.