• Home / CITTA / Cosenza / Partito il confronto sul raddoppio della tratta ferroviaria Cosenza-Paola/San Lucido

    Partito il confronto sul raddoppio della tratta ferroviaria Cosenza-Paola/San Lucido

    l Dibattito Pubblico fa tappa in Calabria per accompagnare il raddoppio della tratta ferroviaria Cosenza-Paola/San Lucido all’insegna della partecipazione e del confronto. L’area geografica interessata dagli interventi è costituita dai comuni di Paola, San Lucido, Rende, Montalto Uffugo, San Vincenzo la Costa e San Fili, che ricadono interamente nella Provincia di Cosenza.

    Nella sala “Jole Santelli” della Cittadella regionale di Catanzaro sono infatti intervenuti oggi, lunedì 18 luglio, i soggetti istituzionali direttamente coinvolti, al fine di illustrare obiettivi e modalità di svolgimento dell’iniziativa che ha come parole d’ordine “informare”, “spiegare” e “coinvolgere”. All’apertura dei lavori erano presenti, tra gli altri, il Presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto; la Presidente della Commissione Nazionale Dibattito Pubblico, Caterina Cittadino in collegamento da remoto; l’Amministratrice Delegata di RFI e Commissaria straordinaria per la realizzazione dell’opera, Vera Fiorani, e il Coordinatore del Dibattito Pubblico Roberto Zucchetti.

    LA TRATTA COSENZA-PAOLA/SAN LUCIDO

    È il primo tratto calabrese che si inserisce nella nuova linea AV Salerno-Reggio Calabria. L’infrastruttura promuove la continuità e il potenziamento di un itinerario strategico passeggeri e merci per la connessione tra il Sud e il Nord della Penisola attraverso il corridoio dorsale, asse principale del Paese e tassello importante del corridoio Scandinavo – Mediterraneo. Il raddoppio della tratta Cosenza – Paola/San Lucido, che prefigura la realizzazione della nuova galleria Santomarco e di una nuova fermata, rappresenta uno degli elementi fondamentali nel disegno di uno scenario più ampio che vede la realizzazione di un sistema infrastrutturale moderno e sostenibile per il Sud, in grado di rispondere alle esigenze di mobilità di un ampio bacino interregionale.

    “Con l’avvio del Dibattito Pubblico della tratta Cosenza-Paola/San Lucido prosegue il cammino per la realizzazione della linea Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria, opera strategica per migliorare i collegamenti tra il Sud e il resto della rete”, ha sottolineato Vera Fiorani, Commissaria Straordinaria di Governo per l’opera e AD di Rete Ferroviaria Italiana. “Il completamento della tratta, con la galleria Santomarco, permetterà di incrementare i livelli di accessibilità al sistema ferroviario e alla rete AV e di potenziare le connessioni tra la costa e la provincia di Cosenza. Determinante sia per il traffico merci verso Gioia Tauro che per l’istituzione di un servizio viaggiatori di tipo metropolitano per le aree più interne della Calabria, fino alla dorsale Jonica”.

    Fondamentale della realizzazione dell’opera sarà il processo partecipativo che interesserà più da vicino i territori direttamente attraversati dalla nuova linea. Le caratteristiche tecniche, i benefici, gli impatti e le soluzioni di mitigazione saranno al centro di incontri con i cittadini e con le amministrazioni locali interessate dal nuovo tracciato ferroviario AV Salerno-Reggio Calabria. Il traffico che interesserà la nuova galleria Santomarco sarà costituito da servizi Alta Velocità verso il crotonese (evoluzione degli esistenti collegamenti AV con Sibari) a cui potranno aggiungersi connessioni con Cosenza, servizi regionali tra le località tirreniche e il capoluogo cosentino, collegamenti merci tra il terminal di San Ferdinando e i punti di smistamento intermodale del nord del Paese, che utilizzano itinerari lungo la dorsale adriatica.

    “Abbiamo concordato con i sindaci le date e i luoghi di questi appuntamenti, aperti a tutta la popolazione e non solo agli esperti. Cominceremo gli incontri con una esposizione da parte dei tecnici dei diversi aspetti del progetto; apriremo, poi, una fase di domande da parte del pubblico, entrando nel merito per dare risposte il più possibile esaustive”, ha detto il Coordinatore del Dibattito Pubblico Roberto Zucchetti. “Infine, come successo nel Dibattito Pubblico del Lotto 1A Battipaglia-Romagnano, ci aspettiamo un rompete le righe: sul tavolo, si dispiegheranno le carte di progetto, per permettere ai presenti di consultarle da vicino, sotto la guida dei tecnici di RFI”.

    A valle degli incontri, le Istituzioni, le associazioni, le singole persone saranno invitate a inviare al Coordinatore ulteriori domande e osservazioni scritte, che saranno pubblicate sul sito ufficiale della procedura e sottoposte a Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) per una risposta che confluirà nella relazione conclusiva del Dibattito Pubblico.