• Home / CITTA / Cosenza / Rende – Incontro sul fenomeno del randagismo

    Rende – Incontro sul fenomeno del randagismo

    Nella sala Tokyo del Museo del Presente di Rende, si è tenuto oggi – sabato 18 giugno – un interessato e partecipato incontro sul tema del fenomeno del randagismo. Tema di grossa attualità e che investe l’intera provincia cosentina.

    Erano presenti l’assessore all’Ambiente del comune di Rende, Domenico Ziccarelli, Mario Russo, referente Enpa e Giustizia Animale e Tullio Tommasi, veterinario dirigente Area “A” Asp (Azienda sanitaria provinciale) Cosenza – distretto sanitario Esaro – Pollino.
    Ospite d’onore e relatrice l’avvocato Giada Bernardi, fondatrice dello studio “Giustizia Animale” e nota attivista che si occupa da oltre un ventennio di consulenza ed assistenza legale di alto profilo in materia di tutela degli animali e dei loro diritti. Giada Bernardi, “l’avvocato degli animali”, come viene definita, è tra le migliori realtà di questo mondo complesso con il suo studio legale si batte in difesa delle creature che non hanno voce ma solo occhi per chiedere tutela e rispetto dei loro diritti.
    «Un incontro tra volontari, veterinari Asp e rappresentanti delle istituzioni per organizzarsi e lavorare insieme e meglio – ha affermato la consigliera comunale Liliana Zangaro – nel rispetto delle regole e dei ruoli, per arginare il drammatico fenomeno del randagismo nel corso del quale si è discusso dell’eventuale adozione di un tavolo permanente sul tema. Un dibattito di qualità dove ho potuto riportare la testimonianza del Comune di Corigliano-Rossano e dove i volontari hanno portato il loro contributo e le loro esperienze».
    Erano presenti, anche, i volontari Alfredo Bruno (commissario Sez. Enpa Cosenza), Mariella Mele (vicepresidente ass. Mikael), Domenico Campo (Vicecapo squadra E.R.A.), la presidente provinciale Gisella Grande dell’associazione LEEIDA, Domenico Laratta Responsabile Regionale LIPU, la presidente dell’associazione Gli Invisibili Nadia Albano Policicchio, Alberigo Sirangelo dell’associazione AEOP Sezione San Pietro in Guarano, Alberino Cavaliere Mazzuca e Guido Caruso di ANPANA.