• Home / CITTA / Cosenza / Altomonte (CS) – 500 anni Leonardo, Barbieri lo celebra con un piatto

    Altomonte (CS) – 500 anni Leonardo, Barbieri lo celebra con un piatto

    Fave novelle all’aceto e pecorino.

    È con i sapori autentici e con l’identità di questi ingredienti che BARBIERI fa entrare ALTOMONTE e la CALABRIA nel libro A TAVOLA CON LEONARDO – i cuochi italiani interpretano il genio di VINCI ed il suo tempo, originale progetto editoriale che celebra i 500 anni dalla morte del poliedrico inventore per eccellenza.
    Da 50 anni ambasciatrice dell’autentica identità regionale in Italia e nel mondo, nella sua continua attività di ricerca e promozione delle ricette della memoria, a tutela della biodiversità e a vantaggio del gusto e della tradizione, la FAMIGLIA BARBIERI è stata selezionata dall’autore Guido STECCHI, per interpretare e dare forma e sapore ai piatti di cui si è rinvenuta traccia negli appunti e nei disegni di LEONARDO.
    Il loro ristorante – si legge nella descrizione – propone le suggestioni gastronomiche calabresi più autentiche e figlie di una saggezza contadina che precede l’antica ROMA e più di altre ha saputo rinnovarsi con i sapori giunti dalle Americhe.
    Perché questa ricetta? Le fave novelle con il baccello condite con l’aceto e il cacio – si motiva ne A TAVOLA CON LEONARDO – è una ricetta ricorrente dall’antica ROMA a oggi senza soluzione di continuità. Leonardo amava i legumi, fave e piselli in particolare frequenti nelle sue liste della spesa. Nel manoscritto B conservato nell’Institut de France a PARIGI, c’è un disegno, probabilmente non suo, con baccelli che ci paiono di fave.
    Pittore, scultore, teorico dell’arte musico, scrittore, ingegnere meccanico, architetto, maestro fonditore, esperto di artiglieria, inventore e scienziato, il Genio italiano per eccellenza fu anche sceneggiatore, scenografo e regista, di banchetti. È da qui, che nasce l’idea del volume curato dal presidente dell’accademia delle 5T (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità), editorialista e giornalista gastronomico.
    MAGNATUM la DEGUSTERIA di LONGOBARDI e L’ANTICO BORGO di MORANO CALABRO sono gli altri ristoranti calabresi inseriti nella raccolta di STECCHI.