• Home / CITTA / Cosenza / Rende (Cs) – Nuova edizione della mostra “Futuristi Calabresi”

    Rende (Cs) – Nuova edizione della mostra “Futuristi Calabresi”

    La vivacità culturale del futurismo calabrese. Ha riscosso un grande successo la nuova edizione della mostra dedicata ai Futuristi Calabresi, inserita nel cartellone della cinquantaduesima edizione del Settembre Rendese. Una mostra permanente realizzata all’interno del Museo del Presente e introdotta da un mini convegno con i professori Vittorio Cappelli, direttore scientifico della collezione e docente di storia contemporanea all’Unical, e Adrian Lyttelton, noto storico del fascismo e autore dell’introduzione all’epica mostra “Futurism, 1909-1944: Reconstructing The Universe al Guggenheim Museum di New York” del 2009. Hanno presenziato l’incontro il primo cittadino Marcello Manna e l’assessore Marta Petrusewicz. ” Fare una mostra permanente- ha dichiarato quest’ultima- potrebbe sembrare una sfida al futurismo, corrente alla quale si ispirava Marinetti che contrastava fortemente la volontà di musualizzare il futuro. Ai due storici presenti bisogna riconoscere la capacità di collegare il globale al locale e di divulgare la corrente futurista alle giovani generazioni”. Illustri ospiti parteciperanno all’allestimento di quest’anno; tra questi la celebre centenaria Lina Passalacqua, conosciuta ai più come “l’ultima futurista”, nata tra gli Aspri Monti con lo sguardo rivolto al mare, tra le montagne della punta dello stivale, in una terra tanto amara quanto gentile- la Calabria- nel Paese aspromontano di Sant’Eufemia. Accanto alle sue opere anche altre importanti firme d’autore come Umberto Boccioni, Antonio Marasco, Leonida Repaci, Armiro Yaria, Enzo Benedetto, Geppo Tedeschi, Angelo Savelli, Michele Berardelli, Stefania Lotti, Silvio Lo Celso. A impreziosire la mostra, figlia delle generose donazioni dei mecenati Bilotti, il contributo dei curatori Roberto Sottile e Franco Paternostro. “L’amministrazione è onorata di battezzare allestimenti dal sapore internazionale- ha evidenziato il primo cittadino- perché ci trasformano in cittadini del mondo e lasciano in noi l’impronta dell’identità”. Un’identità raccontata con dovizia di particolari dai presenti, impegnati nel riconoscere non solo all’Italia, ma anche alla Calabria intera, la lettura e la natura di un “oltre”.
    Ad animare il Museo del Presente saranno, inoltre, i quarantaquattro artisti dei “Geni Comuni”, la mostra- concorso organizzata per artisti provenienti da tutta Italia e dall’estero, selezionati per l’occasione su oltre cento candidature pervenute. La serata d’arte inaugurale si è rivelata straordinaria, con un numero di visitatori fuori dal comune che hanno assistito a un vero e proprio “live”, in diretta radio e web. La mostra resterà aperta fino al 13 ottobre, da martedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. “Il mio ringraziamento va ai partner che mi seguono ogni anno- ha dichiarato l’ideatore Luigi Le Piane di LLP eventi & comunicazione- e a tutti gli artisti che si candidano ogni anno; a chi ha partecipato fuori concorso, alle installazioni e a tutto lo staff del Museo del Presente che ha lavorato senza interruzioni. Infine, un ringraziamento va a Mariateresa Buccieri, co-curatrice della mostra insieme a Roberto Sottile e a Mario Spidalieri, fondamentali per l’allestimento. Le opere esposte variano dalla pittura alla scultura senza dimenticare la fotografia e le installazioni”. Gli allestimenti riguardano, infatti, anche tre aree tematiche con le installazioni di Stefania Sammarro, Costantino Rizzuti e Mariella Costa. Nel percorso espositivo è stata prevista anche l’area dedicata ai vincitori dello scorso anno Alfredo Granata, Angelo Ventimiglia e Ercole Fortebraccio. La mostra ha, infine, valutato i premi della giuria popolare attraverso una votazione da parte dei visitatori e di una giuria tecnica presieduta da Leonardo Passarelli, docente di storia dell’arte contemporanea all’Unical.
    Sono proseguiti, intanto, gli altri appuntamenti del Settembre Rendese con il concerto della “Banda Destino Zero” in un tributo a Ligabue. Domenica 1 ottobre la cinquantaduesima edizione chiuderà con il concerto dei Taranta Sound in piazza degli eroi, nel centro storico di Rende (ore 21).
    Stasera, invece, l’attesissima Notte dei Ricercatori (di cui si allega locandina) animerà l’Unical con esperimenti, eventi e spettacoli. L’appuntamento sarà a partire dalle 10.30 fino alle 23.
    Tra i restanti appuntamenti collaterali, il convegno “Arte e psicologia: la resilienza come ponte tra cultura e benessere”domani alle 10 e alle 17 al Museo del Presente. La manifestazione è diretta dal musicista e produttore discografico Marco Verteramo in collaborazione con l’amministrazione comunale, Enzo Naccarato e Francesco Donato.