• Tre rotabili di grande valore rientrano in Calabria dopo quasi 40 anni

    Grazie alla volontà, alla passione ed all’impegno dell’Amministratore
    Unico di Ferrovie della Calabria Ernesto Ferraro, è stato stipulato un
    accordo con l’Ing. Vittorio Di Giacomo, proprietario della locomotiva a
    vapore FCL 358 costruita da Ansaldo nel 1928 e delle automotrici Emmine
    risalenti agli anni ’40 e ’50, M1c 88 (costruzione Piaggio) ed M1c 90R
    (costruzione Ranieri). Queste tre rotabili d’epoca di inestimabile
    valore, dopo quasi quaranta anni di permanenza nei pressi della
    Capitale, sono così rientrate in Calabria.

    I tre mezzi che hanno raggiunto le officine FdC di Cosenza,
    appartenevano originariamente al deposito di Castrovillari delle allora
    Ferrovie Calabro Lucane e prestavano servizio sulla tratta Spezzano
    Albanese – Lagonegro, dismessa a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni
    ’70.
    Grazie a Ferrovie della Calabria e alla disponibilità dell’Ing. Di
    Giacomo, presto torneranno a nuova vita, dando impulso al settore del
    turismo ferroviario calabrese che dal 2016 vede il Treno della Sila
    protagonista sulla tratta Camigliatello – San Nicola Silvana Mansio, che
    presto sarà prolungata fino a San Giovanni in Fiore.