• Home / CITTA / Catanzaro / Graziano Di Natale presenta mozione al Presidente e alla Giunta Regionale: “Propongo abolizione della tassa concessione regionale relativa alla categoria delle agenzie di viaggio

    Graziano Di Natale presenta mozione al Presidente e alla Giunta Regionale: “Propongo abolizione della tassa concessione regionale relativa alla categoria delle agenzie di viaggio

    Graziano Di Natale presenta mozione al Presidente e alla Giunta
    Regionale: “Propongo abolizione della tassa concessione regionale
    relativa alla categoria delle agenzie di viaggio. Atto necessario
    considerata la crisi pandemica. Auspico riscontro positivo. La Calabria
    è rimasta l’unica regione a non averla abolita. ”

    “Con relativa mozione ho proposto ufficialmente, al Presidente f.f.
    della Regione Calabria e alla giunta tutta, l’abolizione della tassa per
    la concessione regionale relativa alla categoria delle
    agenzie di viaggio. Atteso, difatti, il grave periodo di crisi del
    settore chiedo altresì che venga definitivamente abolita con effetto
    retroattivo, a decorrere dall’anno 2020, la tassa per la concessione
    regionale per la suddetta categoria consentendo inoltre, il rimborso
    per tutti coloro che l’abbiano già versata per il medesimo anno di
    riferimento”. Lo afferma, in una nota stampa, il Segretario-Questore
    dell’assemblea regionale della Calabria, Graziano Di Natale, che così
    prosegue: “La Regione Calabria con legge N.1 del 31/12/1971 ha istituito
    la tassa sulle concessioni regionali. Tra le varie categorie per le
    quali è prevista la tassa di concessione regionale, è ricompresa anche
    quella delle agenzie di viaggio. Ovviamente -sottolinea – a causa della
    pandemia e delle varie restrizioni, alcune in vigore, si è assistito ad
    un’inevitabile
    contrazione della domanda di viaggi e vacanze sia individuali che di
    gruppo, complice la ridotta
    mobilità sia in Italia che all’estero”.
    Il Vicepresidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta,
    afferma inoltre:
    “Addirittura molte agenzie, non riuscendo a far fronte alla crisi, sono
    state costrette a chiudere a causa degli elevati costi di gestione
    compreso il versamento della tassa regionale.
    Altre Regioni hanno abolito la spese, in alcune addirittura non è
    prevista. In Calabria però, nonostante il provvedimento di sospensione
    per l’anno 2021, si continua ad esigerne il pagamento. Per questa serie
    di ragioni -conclude- chiedo ampia condivisione da parte della
    maggioranza di governo sulla mia proposta di abolizione. Atto ormai
    inderogabile per facilitare, concretamente, la ripresa di un settore
    messo in ginocchio dalla Pandemia. Le attività commerciali necessitano
    di aiuti veri e veloci. Resterò vigile sulla vicenda”.