• Home / CITTA / Catanzaro / Doppia preferenza di genere, Tallini: “Dedicato a Jole Santelli”

    Doppia preferenza di genere, Tallini: “Dedicato a Jole Santelli”

    Si trasmette nella sua stesura integrale l’intervento del Presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini nel corso della seduta odierna.  

    “Cari Colleghi Consiglieri regionali, vorrei oggi condividere con voi l’enorme ondata emotiva che ha suscitato in tutto il Paese l’improvvisa scomparsa della Presidente on. Jole Santelli, prima donna ad assumere la guida della Calabria dalla nascita delle Regioni a statuto ordinario.

    Tante sono state le manifestazioni di stima e di rispetto nei confronti della Presidente Santelli che sono venute, in maniera assolutamente bipartisan, dalle più Alte Cariche dello Stato e, in particolare dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, dai presidenti di Senato e Camera, Elisabetta Casellati e Roberto Fico, dalla Conferenza Stato-Regioni.

    Tanta ammirazione e considerazione si è registrata attorno alla figura dell’on. Jole Santelli da tutto il mondo politico, culturale e della comunicazione del Paese, spontaneo e sincero è stato l’omaggio, anche questo bipartisan, venuto dalle centinaia di Sindaci che hanno voluto dare l’estremo saluto alla Presidente Santelli a nome delle loro popolazioni e delle cinque Province della Calabria.

    Vorrei, in quest’Aula, sottolineare come la scomparsa della Presidente Santelli abbia unito nel dolore tutto il popolo calabrese, senza distinzioni territoriali, ideologiche e culturali, provocando una reazione emotiva fraterna e solidale.

    Il nome dell’on. Jole Santelli è divenuto il simbolo dell’unità della Calabria che si è riconosciuta nella straordinaria vicenda politica e umana di una donna coraggiosa che amava smisuratamente la sua terra.
    L’on. Santelli ha sempre onorato con la sua vita esemplare e il suo impegno politico le Istituzioni che è stata chiamata a servire, dal Parlamento al Governo e infine alla Presidenza della Regione Calabria.

    Nel corso della sua breve esperienza alla guida della Calabria, ha dimostrato profondo rispetto per tutte le componenti politiche, di maggioranza e di opposizione, che formano la massima Assemblea democratica della Regione.

    Pertanto, oggi, in quest’Aula prendiamo atto che la Giunta Regionale della Calabria, ha tempestivamente accolto la nostra richiesta di intitolare il Palazzo della Cittadella Regionale alla Presidente on. JOLE SANTELLI, quale simbolo delle Istituzioni e dell’Unità della Calabria, indicandola così come esempio e riferimento alle nuove generazioni, non solo per la sua esemplare vicenda politica e istituzionale, ma soprattutto per il coraggio con cui ha affrontato la vita.

    Tale decisione rappresenta un grande contributo al superamento di tutti i campanilismi e alla formazione di una nuova e più radicata identità regionale che punti sull’orgoglio dell’appartenenza e sulla speranza per un futuro migliore”.